Agenzia Valerio

“Il territorio con in testa i Comuni di Rodi e Vico, spinge da tempo per implementare i collegamenti ferroviari fondamentali per uno sviluppo armonico”, scrive Confindustria.

“In questi giorni stiamo assistendo attraverso la stampa, ad una discussione che sta creando molta confusione, relativamente alla ipotesi di cancellazione della linea ferroviaria nel tratto che va da Rodi Garganico a Calenella, in territorio di Vico del Gargano”, si legge in una nota di Confindustria Foggia, il riferimento è all’iniziativa della senatrice  di Fratelli d’Italia Anna Maria Fallucchi. La proposta, accolta da qualche imprenditore, ha ricevuto critiche anche dal WWF Foggia che ha espresso la propria contrarietà all’iniziativa.

“Dietro questa linea vi è la necessità di una mobilità variegata capace di soddisfare una utenza territoriale e turistica sempre più complessa e sostenuta- afferma il Presidente di Confindustria Zanasi- la tratta è un elemento fondamentale di un circuito economico su cui fanno capo popolazioni, operatori e priorità naturalistico – ambientali nell’ambito del Parco Nazionale del Gargano, attraverso l’attività ultradecennale di uno dei più importanti gruppi imprenditoriali della nostra Provincia, quale Ferrovie del Gargano, associato a Confindustria Foggia”.

“L’opposizione chiara e netta delle Amministrazioni e delle Associazioni va nella giusta direzione: mantenere la rete attuale ed implementare i collegamenti così come previsto dal Piano Attuativo del Piano Regionale dei Trasporti e da Bruxelles, che consentiranno di offrire nuovi servizi alle popolazioni e soluzioni reali alle problematiche occupazionali dell’area. Pertanto, ribadiamo che il servizio ferroviario è uno degli importanti assi della mobilità e con i servizi su gomma che da esso diramano, rappresenta la rete del trasporto pubblico locale elemento fondamentale per lo sviluppo”. Conclude la nota di Confindustria.

Kronos Bar

ADV Fini autosalone