Agenzia Valerio

“L’idea e la gestione della ZTL rispecchia in toto l’operato del Sindaco”, è il pensiero del centro destra sangiovannese che critica le decisioni sulla gestione della viabilità della Giunta.  

“Come viene gestito il turismo nella nostra città è sotto gli occhi di tutti: mancanza di programmazione, eventi di grande risalto assenti, iniziative limitate e gestite in malo modo, finanziamenti pubblici del settore non intercettati per mancanza di idee e progetti”. Scrivono in un comunicato Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia e Liberi e Forti, unite da qualche tempo in coordinamento politico.

“Non è accettabile che questo Sindaco e la sua camaleontica maggioranza, o almeno quella parte che continua ad avallare il suo operato con il sostegno di consiglieri che si sono dimostrati, ancora una volta, campioni di “salto della quaglia”, arrivasse a mettere in pratica una ZTL nata per avvantaggiare alcuni “compagni” creando disservizi e disagi ai cittadini e all’Ospedale Casa Sollievo che già sta attraversando un periodo abbastanza critico.

Forse è opportuno ricordare che questi signori dopo aver creato la consulta permanente del turismo-pellegrinaggio (una presa in giro tipica della sinistra), hanno speso la somma di € 30.000 annui per l’Info Point Turistico (vedere a chi e come è stato assegnato), hanno speso € 35.000 per affidare l’incarico del Piano del Traffico ad una società di Termoli, e speso € 18.000 per l’incarico “Piano di Marketing per lo sviluppo della destinazione turistica San Giovanni Rotondo” all’operatore economico RTI COMMEDIA – Puglia Idea. Dopo tutti questi soldi spesi in consulte e Info Point per ascoltare consigli e suggerimenti di turisti, pellegrini, operatori turistici ed Enti, sono riusciti a partorire una proposta di ZTL, nella zona turistica Convento-Ospedale, che dire “orribile” è poco.

Con una delibera la giunta ha istituito 2 varchi di accesso alla ZTL. Uno denominato “D” situato sulla parte ovest di Viale Padre Pio e l’altro denominato “B” all’incrocio tra Viale Cappuccini e P.le Forgione. Tale scellerata decisione ha immediatamente messo in allarme la città:i primi a lamentarsi sono stati i Consiglieri di maggioranza ignari della decisione; i Consiglieri di opposizione (quelli veri) non coinvolti nella discussione. Scrivono sul loro simbolo “Democratici” solo per far credere ai cittadini che lo sono, poi il loro operato è tutt’altro che democratico e partecipato; gli Enti interessati completamente ignorati (in nessun paese del mondo c’è una ZTL che vieta o limita l’accesso a un Ospedale); le attività commerciali, che pagano le tasse e creano occupazione, completamente ignorate; disagio ai dipendenti e degenti dell’Ospedale, disservizio per i pellegrini e i fedeli”. Chiude il comunicato del centro destra. 

Kronos Bar

ADV Fini autosalone