Nota stampa a firma del coordinatore cittadino della Lega, Marianna Pia Natale, in merito al documento firmato dai quattro consiglieri di maggioranza, “finalmente è stato messo in risalto il comportamento scorretto”.

“Finalmente, dopo più di due anni, anche altri consiglieri di  maggioranza hanno scoperto il grande BLUFF della città normale. Il sindaco Crisetti e il suo cerchio incantato (Presidente del Consiglio, assessore-parente, consiglieri tifosi,dirigenti a servizio e dipendenti schierati) hanno ingannato e abbindolato prima un’intera città, e poi gli stessi partiti e consiglieri di maggioranza che hanno contribuito alla sua Vittoria”. Si legge nella nota stampa a firma di Marianna Pia Natale, già consigliere della Lega e adesso coordinatrice del movimento politico. 

“Lo slogan enunciato “la città normale” in realtà è “la città stregata”. Ha approfittato del silenzio e delle chiusure causate dalla pandemia per costruire un sistema ben architettato per mettere in piedi “un’organizzazione” funzionale e rispondente al solo disegno politico personale (il riferimento è al sindaco Crisetti, ndr). Mettendo da parte, non coinvolgendo, gli unici preposti e designati dal popolo e cioè i consiglieri di maggioranza e l’intero consiglio comunale. Per questo non ci siamo meravigliati nel leggere il documento dei dei consiglieri di maggioranza (Gemma D., Ciavarella M., Mischitelli L. e Cappucci Antonio Pio), che finalmente, hanno messo in risalto il comportamento scorretto, per niente collegiale e principalmente ingannevole, nei confronti della cittadinanza che il sindaco, e il suo ” cerchio magico”, hanno messo in atto in questi due anni di mal governo. E quando il post pandemia ha dato la possibilità ai cittadini di uscire di casa, l’atto più ingannevole che hanno fatto, preoccupati che i cittadini potessero ritornare a vivere, a frequentare e partecipare all’attività politica, hanno chiuso l’entrata del comune mascherandolo come una riorganizzazione necessaria per regolare gli ingressi. Il Palazzo di città, il palazzo di vetro, è diventato il “palazzo d’acciaio” blindato con numerosi lucchetti.
Sono noti a tutti gli insuccessi che in questi due anni ha prodotto questo sindaco, grazie alla Lega che ha puntualmente messo in evidenza e portato a conoscenza della città con chiare interpellanze presentate ogni mese. Insuccessi che si possono riassumere in due azioni significative per lui e per il suo “cerchio incantato”:  la prima delibera fatta ad insediamento appena avvenuto, è stata quella di aumentarsi lo stipendio da sommare a quello da insegnante, in quanto non ha usufruito dell’aspettativa per dare la totale disponibilità al ruolo di primo cittadino; secondo atto è stato quello di costruire un morboso ed esclusivo interesse sulla sua visibilità sui social prendendosi meriti che per la maggior parte non sono i suoi, ma bensì di amministrazioni precedenti
mai citate. Auspichiamo che la dura critica partita da alcuni suoi consiglieri di maggioranza ripristini le regole della democrazia e del confronto politico utile alla risoluzione dei problemi, e che le decisioni ritornino in corpo agli unici preposti, cioè coloro che sono stati scelti dal popolo con libere e democratiche elezioni”. Conclude Natale. 

Google search engine