Agenzia Valerio

Sono ripresi i lavori di costruzione del Centro Comunale di raccolta dei Rifiuti urbani di Macchia, per l’opposizione si tratta di una “scelta infelice di quel luogo fatta dal Sindaco d’Arienzo nella consueta solitudine”.

“La scelta infelice di quel luogo è stata fatta dal Sindaco d’Arienzo nella consueta solitudine, senza consultare e coinvolgere i cittadini di Macchia e gli operatori turistici. Come al solito, il Sindaco d’Arienzo ha deciso da solo, come se la nostra Città, il suo territorio e le sue risorse fossero una sua Azienda privata”- sostengono in una nota gli esponenti dello Schieramento civico “La Rinascita Possibile”.

“Il Centro di Raccolta dei Rifiuti, collocato all’ingresso della strada provinciale che porta a Monte Sant’Angelo, è un obbrobrio, un vero scempio per la Città dei Due Siti UNESCO!

La ripresa dei lavori, dopo che il cantiere era rimasto bloccato per parecchi mesi, sta provocando la giusta e legittima protesta dei cittadini di Macchia e degli operatori turistici.

Lo Schieramento Civico “La Rinascita Possibile” propone che i lavori in corso vengano sospesi immediatamente e che il Sindaco organizzi tempestivamente un confronto pubblico con i cittadini di Macchia e gli operatori turistici per individuare un sito alternativo. In questa ottica “La Rinascita Possibile” garantisce la propria disponibilità a collaborare nell’interesse esclusivo della nostra Comunità e delle sue prospettive di sviluppo e di crescita”. Concludono.

Kronos Bar

ADV Fini autosalone