Agenzia Valerio

Da questa mattina la protesta del sindaco Michele Di Pumpo per le condizioni dell’acqua, e non solo, del Lago di Varano, solidarietà dell’on. Giandiego Gatta e del consigliere regionale Napoleone Cera di Forza Italia.

“Vogliamo esprimere la nostra vicinanza e solidarietà al sindaco di Cagnano, Michele Di Pumpo, che ha denunciato l’inerzia della Regione Puglia rispetto alle gravissime criticità che affliggono il lago di Varano. Il sindaco oggi ha deciso, in segno di protesta, di incatenarsi in prossimità del lago per il silenzio inquietante intorno ad una laguna così importante. Cagnano, Carpino e Ischitella non lo meritano. Non ci sono più attività produttive e non c’è possibilità di esercitare alcuna attività. Il settimo lago d’Italia ed il più grande del Mezzogiorno è abbandonato a se stesso, senza che si realizzino i necessari interventi di dragaggio e quelli per frenare il fenomeno dell’insabbiamento: quest’ultimo, come è noto, determina il deterioramento della qualità delle acque, la diminuzione della biodiversità, l’aumento dell’inquinamento e tanto altro. È evidente, quindi, che manchi del tutto un programma di riqualificazione per rimettere in moto anche l’economia che ruotava attorno alla risorsa naturalistica. Un patrimonio che il territorio merita di riavere e che per colpa della Regione resta ai margini”.

Si legge in una nota diffusa dai due esponenti di Forza Italia, l’on. Giandiego Gatta e il consigliere regionale Napoleone Cera. Il sindaco di Cagnano Varano, Michele Di Pumpo, protesta da questa mattina per le condizioni del lago.

Kronos Bar

ADV Fini autosalone