Agenzia Valerio

Il sindaco Michele Crisetti incontra il presidente del Movimento Cinque Stelle e provoca la reazione stizzita dei grillini locali, “Di fronte a un tale sfacelo Crisetti sceglie di farsi aiutare  dal Presidente del M5S?”

“Magari il sindaco riesce davvero a prendere spunto dalla grandezza del presidente- scrivono i pentastellati sangiovannesi dopo l’incontro tra il sindaco Michele Crisetti e il presidente del M5s Giuseppe Conte. Abbiamo la sensazione, però, dal suo sguardo perplesso, che Giuseppe Conte stia pensando di aver perso tempo prezioso inutilmente”.

“Il presidente Conte dà lezioni di stile, di rispetto, di capacità fuori dal comune, di completa dedizione al bene del popolo italiano, di coerenza, mette sempre in pirmo piano le esigenze dei più poveri, dei lavoratori, delle piccole e medie imprese- aggiungono. Il sindaco Crisetti, invece? Si dedica a tempo pieno al lavoro di primo cittadino oppure considera tale carica un modo per riempire la giornata, come quando si frequenta un dopolavoro? Ha composto la Giunta comunale in base a effettive capacità amministrative oppure tenendo conto di parentele e amicizie varie? La carica di assessore che per legge il sindaco conferisce (e può anche revocare!) ha valore, significato, peso per lui? Oppure è solo il mezzo per consentire ad alcuni di avere un “mensile” o ad altri, di arrotondare le entrate? Quanto all’incontro privato con Giuseppe Conte, non era forse il caso che rimanesse tale (anche per questioni di stile e di onestà intellettuale) e non venisse sbandierato sui social a caccia di like? Lo spessore e le qualità della persona si misurano anche dai piccoli, ma significativi gesti”. Concludono.

In foto l’incontro tra Crisetti e Conte e gli attivisti del M5s di San Giovanni Rotondo

ADV Fini autosalone