Agenzia Valerio

L’albero e le luminarie saranno accese ufficialmente martedì 13 dicembre, polemiche social, qualcuno pubblica sulla rete la delibera con i vari contributi che saranno elargiti per gli eventi che ci saranno fino al 6 gennaio.

È stata diffusa questa mattina la locandina degli eventi natalizi della città di San Giovanni Rotondo, la polemica social è iniziata già per il ponte dell’Immacolata, in molti hanno postato le foto di alcune città della Provincia di Foggia che hanno accesso luci e iniziato le attività legate alle feste di Natale, molti i paragoni con le luci di Manfredonia, Candela (che da anni si distingue per l’organizzazione degli eventi) e Mattinata. Qualcuno ha anche scaricato e diffuso la delibera con i vari contributi che il Comune elargirà alle varie associazioni coinvolte per gli eventi (per un totale di 63.200 euro). Intanto si  procede all’allestimento delle luminarie e l’albero sulla montagna è stato acceso nella giornata di ieri (venerdì 9 dicembre). Innegabile qualche ritardo nell’allestimento, l’accensione ufficiale dell’albero e delle luminarie è fissato per martedì 13 dicembre, tuttavia secondo il primo cittadino sono «commenti di pochi a cui si accodano altri».

Le critiche non hanno risparmiato neanche la locandina postata questa mattina dai canali ufficiali, giudicata “illeggibile”, oggi pomeriggio è stata diffusa anche una nota ufficiale da Palazzo San Francesco, con le dichiarazioni del sindaco e dell’assessore alla cultura.

Alle critiche reagisce il primo cittadino. «Quando stamattina ho ricevuto la locandina completa con tutti gli eventi natalizi, ho avuto premura di condividerla subito con tutti voi. A distanza di ore, posso dire di essere profondamente dispiaciuto nel leggere i commenti che sono stati postati, considerando che la grafica è stata caricata in alta qualità e utilizzando lo zoom ognuno può leggere quali sono gli eventi in corso e in programmazione per le prossime settimane- scrive il sindaco Michele Crisetti. Credo che lo spirito possa essere diverso e debba essere diverso. Da mesi ormai la linea è la stessa, ci si appiglia a qualunque cosa per denigrare e offendere- aggiunge. E non è di certo la prima volta che affronto l’argomento. Dispiace che ai commenti di pochi si accodino altri, e si perda il fulcro di certe comunicazioni perché troppo impegnati a focalizzarsi sulle critiche non costruttive, ma distruttive. Parole volgari, insinuazioni su una pessima grafica per allontanare le critiche dal programma. Davvero siamo arrivati a questo punto? Penso che la nostra comunità sia molto di più di ciò che leggo, e che ai pochi noti oppositori si possano contrapporre voci di critiche pulite e giuste. Mi auguro vivamente che questo accada. Nel frattempo auguro buone feste a tutti». Conclude Crisetti.

ADV Fini autosalone

ADV Fini autosalone