Agenzia Valerio

Indagini partite da una lettera anonima giunta al commissariato di Manfredonia, le indagini hanno portato alla sconvolgente scoperta.

Arresti, domiciliari,  a carico di quattro indagati, tutti operatori socio sanitari impiegati in una Rsa di Manfredonia.

Il provvedimento è stato emesso questa mattina dal gip presso il Tribunale di Foggia si fonda su una richiesta avanzata dalla locale Procura della Repubblica e ha ad oggetto i delitti di maltrattamenti e di violenza sessuale nei confronti di alcuni pazienti ricoverati nella nota residenza.

L’attività investigativa della squadra mobile di Foggia ha preso avvio nel mese di giugno scorso quando è pervenuta presso il commissariato di polizia di Manfredonia una lettera anonima in busta chiusa nella quale venivano narrati sommariamente presunti episodi di maltrattamenti che alcuni operatori socio sanitari ponevano in essere nei confronti di alcuni pazienti ricoverati presso la RSA di Manfredonia. All’interno della busta vi era anche una chiavetta usb contenente un file audio video sul quale erano state registrate le urla di un’anziana donna.

ADV Fini autosalone