Agenzia Valerio

Il presidente della Provincia di Foggia, Nicola Gatta, ha trasmesso nella serata di ieri  alla Segreteria Generale dell’Ente le sue dimissioni.

L’atto ha natura tecnica ed è finalizzato alla cessazione delle funzioni presidenziali, nel rispetto del Decreto che disciplina le condizioni di candidabilità nelle elezioni per il rinnovo del Parlamento.

“Con la caduta del Governo Draghi e lo scioglimento delle Camere il quadro politico è evidentemente mutato in modo repentino ed improvviso – spiega Nicola Gatta –. Con le elezioni anticipate del prossimo 25 settembre si è manifestato un interesse per un mio eventuale impegno elettorale. Si tratta di un interesse che mi inorgoglisce – riferisce Gatta – perché è una dimostrazione di stima e, soprattutto, una conferma del buon lavoro svolto in questi anni nell’interesse della Capitanata”.

“Nel riservarmi di valutare questo interesse e comunque avendo, sulla base dell’articolo 53 del Testo Unico degli Enti Locali, 20 giorni di tempo per il ritiro delle dimissioni – conclude Nicola Gatta – ho ritenuto doveroso attenermi al rispetto del Decreto che impone per la candidabilità ai presidenti di Provincia la cessazione delle funzioni entro 7 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto di scioglimento delle Camere”.

ADV Fini autosalone