Agenzia Valerio

Con una lunga lettera inviata ai responsabili regionali e nazionali del partito, la consigliera lascia il partito della Meloni, “delusa”, e annuncia che ci saranno ripercussioni anche in Consiglio comunale.

La consigliera comunale Nunzia Canistro ha ufficializzato le sue dimissioni da Fratelli d’Italia, partito di Giorgia Meloni. Qualcuno aveva già fatto notare che negli ultimi documenti dell’opposizione mancava la sua firma. La lettera, che ufficializza l’uscita, è stata inviata lo scorso 30 dicembre e resa pubblica nella giornata di ieri da numerose testate giornalistiche del territorio.

“Non devo di certo ricordare l’impegno che ho profuso con convinzione nel seguire le linee politiche indicate dal partito, spendendomi in prima persona con tutti i connessi ed annessi sacrifici, nessuno escluso, finanche di natura economica. E tanto per avere dato fin dal primo istante adesione a Fratelli d’Italia nella convinzione che un partito con a capo una donna come leader, avrebbe investito sulle donne in tutti i suoi organismi, ma che invece non ha portato avanti a livello periferico politiche delle donne e per le donne”- scrive Canistro.

In un passaggio della lettera la consigliera fa un riferimento esplicito alla sua attività in Consiglio comunale: “le dimissioni da Fratelli d’Italia avrà riflessi inevitabilmente anche in seno al Consiglio comunale di San Giovanni Rotondo di cui faccio parte”, scrive.  

ADV Fini autosalone

ADV Fini autosalone