Agenzia Valerio

Finisce in Consiglio comunale la nuova promozione del Comune di San Giovanni Rotondo, il consigliere Antonio Pio Cappucci vuole sapere “perché manca ogni riferimento a San Pio”.

« “San Giovanni Rotondo Accogliente per Vocazione” diversifica, integra e innova l’offerta turistica. Non solo turismo religioso: la città nel cuore del Parco Nazionale del Gargano, promuove anche i suoi valloni, i sentieri, le montagne, l’enogastronomia. Nel palcoscenico internazionale della BIT di Milano, la Città di San Giovanni Rotondo ha presentato la sua nuova brand identity ». Così la comunicazione ufficiale di Palazzo San Francesco ha raccontato la partecipazione del Comune alla fiera di Milano.

Per il primo cittadino, Michele Crisetti, che in tutti questi anni ha conservato la delega al turismo, «Oggi cerchiamo di diversificare l’offerta attraverso la valorizzazione del nostro patrimonio naturale, storico-culturale ed enogastronomico. Siamo pronti ad accogliere i pellegrini e i turisti, soprattutto in vista del 2025, l’anno del Giubileo, che sarà un’occasione fondamentale per la nostra città, per presentarsi al meglio al mondo».

Parole, e strategia comunicativa, che non convincono il consigliere del Gruppo Misto Antonio Pio Cappucci che vuole discuterne in Consiglio comunale, nella prossima seduta della “Question Time” che si terrà giovedì 22 febbraio.

«Dalle foto pubblicate sul profilo istituzionale del Comune riguardanti la BIT di Milano si può facilmente dedurre che la nuova brand identity, tanto conclamata, come rientrante in una visione più ampia, manca di qualsiasi cenno o riferimento alla figura di San Pio, sia a livello visivo che nei vari comunicati prodotti per l’occasione- scrive Cappucci. Circostanza che ha richiamato e suscitato motivato scalpore in tanti concittadini». Il consigliere chiede di sapere «quali sono stati le ragioni e le motivazioni da parte di chi ha ideato questa presunta “nuova” identità».

Kronos Bar

ADV Fini autosalone