Agenzia Valerio

La storia di bambini del Sud, in gravi condizioni economiche, che furono affidati, per mesi o anni, a famiglie contadine del Nord nell’immediato dopoguerra.

Martedì 26 aprile alle ore 18.30, nel Chiostro Comunale, a San Giovanni Rotondo il circolo ANPI, in collaborazione con il Comune di San Giovanni Rotondo, organizza la presentazione del libro di Giovanni Rinaldi, “C’ero anchio su quel treno.  

Le testimonianze di quella che è stata definita la più bella storia di solidarietà politica e sociale da quando esiste la Repubblica italiana. Dialogano con l’autore Gennaro Tedesco e Filomena Perna, interverranno anche Michele Crisetti, sindaco di San Giovanni Rotondo e Michele Del Sordo, presidente A.N.P.I. San Giovanni Rotondo. L’evento rientra nelle iniziative per la Festa del 25 aprile. 

Giovanni Rinaldi è scrittore, ricercatore di storie orali, fotografo e documentarista antropologico, ha dedicato molta parte delle sue ricerche ad approfondire una grande e non molto conosciuta storia di solidarietà e impegno sociale del Dopoguerra: i cosiddetti “treni della felicità”. Erano questi i convogli che trasportavano i bambini poveri del Sud verso il Centro Nord, dove sarebbero stati ospitati per un certo tempo da famiglie non sempre abbienti, ma desiderose di dare aiuto ed assistenza ai meno fortunati. Per anni, Rinaldi ha rintracciato, ascoltato e intervistato i protagonisti di questa grande pagina di coesione e solidarietà quanto mai attuale. Tante singole vicende che compongono il racconto corale di un’Italia unita.

Il volume, pubblicato da Solferino, reca un sottotitolo quanto mai significativo: “La vera storia dei bambini che unirono l’Italia.”

ADV Fini autosalone

ADV Fini autosalone