Agenzia Valerio

“Nulla è stato fatto per risolvere questa situazione”, si legge nella nota diffusa dall’associazione, “Ci saremmo aspettati un’azione coordinata con la Regione Puglia per farsi promotori  di una modifica di leggi e regolamenti che tutelino le scuole dalle onde elettromagnetiche”.

Ennesima nota a firma di Giancarlo Vincitorio, responsabile regionale in Puglia dell’Associazione Stop 5G. Vincitorio attacca l’amministrazione comunale, in modo particolare il primo cittadino Michele Crisetti,  in merito al traliccio di telefonia situato nei pressi della  scuola Dante-Galiani. Della questione si è discusso in varie occasioni anche in Consiglio comunale.

“Mi limito a constatare, con amarezza e delusione, che l’attuale sindaco non è stato capace, nonostante le nostre numerose sollecitazioni e indicazioni, a fare trasferite in altro luogo un traliccio su cui due società di telefonia hanno i loro impianti e le loro antenne che irradiano un potente campo elettromagnetico a poche decine di metri da una scuola che quotidianamente è frequentata mediamente da circa duemila persone”.

Vincitorio evidenzia che  per ricevere la documentazione attinente le procedure amministrative del Comune per l’impianto ha dovuto attendere molti mesi: “e alla fine – sostiene– la documentazione è risultata incompleta rispetto a quanto da noi chiesto con la finalità di agire in altri ambiti in difesa dei diritti cittadini”.

ADV Fini autosalone

ADV Fini autosalone