Agenzia Valerio

Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Napoleone Cera che sostiene che il personale del 118 è costretto ad operare in condizioni igienico-sanitarie al “limite dell’accettabile”.

“Personale costretto ad operare in condizioni igienico-sanitarie al limite dell’accettabile, con possibili gravi ripercussioni sulla loro salute e sulla qualità del lavoro: ho scritto al direttore generale della Asl di Foggia per accendere i riflettori sullo stato della postazione 118 di San Giovanni Rotondo”. Dichiara il consigliere di Forza Italia, Napoleone Cera (foto).

“I locali si trovano in un immobile di recente costruzione, in cui già però esistono diversi problemi e criticità. Innanzitutto, è rotta la fogna e c’è fuoriuscita di liquami: ergo, l’ambiente è insalubre e  gli operatori sono costretti non solo a respirare un’aria sgradevole, ma anche a spostarsi e sostare sulle scale che conducono al Centro di igiene mentale. E ancora: la presenza di bombole di ossigeno liquido all’interno della postazione. Queste, secondo le normative di sicurezza, dovrebbero essere posizionate all’esterno dell’edificio: la situazione attuale comporta un rischio non trascurabile per la sicurezza del personale e degli utenti. Infine, l’autoambulanza non dispone di una copertura adeguata all’esterno, esponendola direttamente agli agenti atmosferici e potenzialmente compromettendo le attrezzature mediche e i farmaci al suo interno. Sono circostanze note anche alla Asl, ma fino ad oggi nulla si è mosso ed io mi appello alla sensibilità del direttore generale affinché provveda a trovare una collocazione idonea e sicura per la postazione del 118”. Conclude il consigliere Cera.

Kronos Bar

ADV Fini autosalone