Agenzia Valerio

Molti cittadini si lamentano del manto stradale dissestato dopo i lavori per la fogna bianca, l’assessore ai lavori pubblici spiega che in realtà i lavori non sono terminati. “Se avessimo lasciato la strada chiusa al traffico avremmo creato maggiori disagi  ai cittadini”.

«C’è un accordo con la ditta, verso metà di marzo faremo un saggio su una parte della strada per verificare se si è assestato il terreno- ci spiega l’assessore ai lavori pubblici, Pasquale Chindamo. Se così fosse, se tutto va bene, ad aprile potremmo asfaltare e sistemare definitivamente, aspettando anche il rialzo delle temperature. Adesso con queste condizioni di basse temperature non sarebbe possibile».

Nei mesi scorsi la questione era finita anche in Consiglio comunale con una interpellanza della consigliera Nunzia Palladino del M5s, in cui si poneva l’attenzione sul manto stradale diventato pericoloso, “Numerose segnalazioni mi sono giunte da cittadini usciti fuori strada in diversi punti della circonvallazione, segnalazioni che ho portato prontamente all’attenzione del Comandante della Polizia Locale”. Dichiarava la pentastellata.

«I lavori della circonvallazione sono ancora in carico alla ditta che sta eseguendo i lavori della fogna bianca- aggiunge Chindamo- ed è quindi a tutti gli effetti un cantiere, come è chiaramente indicata dalla segnaletica verticale ed orizzontale. Abbiamo concordato la riapertura vista l’importanza della strada, con il rischio di qualche avvallamento, che si è verificato per il non perfetto assestamento del materiale. Abbiamo preferito fare questo per riaprire la circolazione con qualche disagio. Se avessimo lasciato la strada chiusa al traffico avremmo creato maggiori disagi ai cittadini. La circonvallazione, a conclusione dei lavori, con il giusto assestamento dei materiali, sarà sistemata a regola d’arte». Conclude l’assessore.

ADV Fini autosalone