Agenzia Valerio

La borsa del turismo è una delle principali vetrine internazionali per la promozione turistica. E nello stand della Puglia, grande spazio ha trovato il Comune di Vieste, un’ottima occasione per stabilire contatti con i tour operator.

Vieste, che anche nel 2021 in netta controtendenza con il resto d’Italia, si conferma regina delle destinazioni turistiche della Puglia con quasi 2 milioni di presenze. Nel corso di una conferenza stampa è stato presentato con netto anticipo il Cartellone degli eventi estivi che anche quest’anno sono all’insegna della cultura, dell’arte, della musica e dello sport. A Milano, con il sindaco Giuseppe Nobiletti, le assessore Graziamaria Starace e Rossella Falcone, ma anche gli assessori regionali Raffaele Piemontese e Gianfranco Lopane.

“Sono un sindaco molto fortunato- ha subito detto Nobiletti- ho degli assessori formidabili, in grado di guidare la macchina amministrativa, ognuno per le sue competenze. Qui a Milano ci sono Rossella Falcone e Graziamaria Starace che hanno dato una svolta dal punto di vista turistico. La qualità dell’offerta si è alzata notevolmente e ci ha permesso di reggere il confronto con l’estate 2019, l’ultima stagione vissuta senza la pandemia. E poi sono un sindaco fortunato perché ho dalla mia una Regione Puglia sempre operativa e sempre attenta al nostro territorio. Con l’assessore Piemontese abbiamo iniziato un percorso straordinario cinque anni fa, la stessa strada l’abbiamo iniziata a percorrere anche con il nuovo assessore al turismo Lopane. Oggi se Vieste è più vicina alla Puglia, se Vieste è diventata la regina turistica del centro sud Italia, lo dobbiamo a noi e alla Regione Puglia”.

E la Regione Puglia vede in Vieste una delle destinazioni turistiche più importanti dal punto di vista dell’offerta qualitativa. “Vieste – afferma Piemontese – nel corso degli ultimi anni, insieme a Monte Sant’Angelo, Rodi Garganico e da poco anche Mattinata, sono riusciti ad interpretare quella svolta che il turismo del Gargano ha bisogno. Vieste ha sempre avuto numeri importanti grazie alla conformazione del territorio, alla tipologia delle spiagge, ma nel corso degli ultimi sei anni, da quando alla guida amministrativa c’è un giovane e bravo sindaco come Giuseppe Nobiletti e ad altrettanti bravi assessori, la città garganica ha fatto un salto di qualità, è entrata nel solco della politica regionale. Oggi Vieste non vive più di rendita, grazie alle bellezze paesaggistiche e al mare cristallino, ma questa amministrazione è stata in grado di potenziare tutti i segmenti del turismo: da quello sportivo a quello culturale. Un esempio da imitare, non solo in Puglia, con l’obiettivo di raggiungere il traguardo della destagionalizzazione”.

Infine l’intervento dell’assessore regionale al Turismo, Gianfranco Lopane, che annuncia i dati ufficiali relativi alle presenze turistiche del 2021, e incorona la Perla del Gargano. “Vieste oggi viene alla BIT di Milano e parla di turismo culturale, sportivo, archeologico, enogastronomico, di nuove esperienze, al di là di quella che è la maggiore risorsa ambientale e paesaggistica che è rappresentata dal mare. Questo è segno di maturità e di un percorso che il sindaco Nobiletti e i suoi assessori hanno avviato qualche anno fa con il Piano Strategico del Turismo condiviso con gli operatori”.

ADV Fini autosalone