Agenzia Valerio

Svolta nell’omicidio di Giambattista Notarangelo, avvenuto nell’aprile del 2018, a Vieste.

Questa mattina, polizia e carabinieri, su disposizione e coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, stanno congiuntamente eseguendo un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia cautelare in carcere e di quella degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Bari nei confronti di cinque persone ritenute gravemente indiziate – con ruoli e responsabilità diverse – dei reati di concorso in omicidio premeditato, detenzione e porto illegale di armi da fuoco, ricettazione di armi e di veicolo, danneggiamento seguito da incendio e riciclaggio di veicolo, favoreggiamento personale, reati aggravati dall’utilizzo del metodo mafioso.

La vicenda giudiziaria scaturisce dall’omicidio commesso il 6 aprile 2018, a Vieste, ai danni di Giambattista Notarangelo.

Kronos Bar

ADV Fini autosalone