Agenzia Valerio

È uno dei quarantuno documenti esposti nella Green Cave di Monte Sant’Angelo, per la mostra documentaria curata da Antonio Motta, “Viaggio nei libri di Joseph Tusiani”.

Una lettera originale firmata da Martin Luther King indirizzata a Joseph Tusiani (in foto). È uno dei quarantuno documenti esposti nella Green Cave per la mostra documentaria curata da Antonio Motta,   “Viaggio nei libri di Joseph Tusiani” che é possibile visitare fino a domani sera.

Giuseppe Tusiani, noto come Joseph Tusiani è nato a San Marco in Lamis nel 1924, dopo il suo trasferimento in America, ebbe il soprannome di “Poeta dei due mondi”.  Il padre, calzolaio, era emigrato negli Stati Uniti d’America pochi mesi prima che egli nascesse. Così dunque Giuseppe conobbe il padre solo tramite le sue lettere. Da giovanissimo entrò in seminario, ma nell’anno del noviziato abbandonò la strada della vocazione e tornò a San Marco in Lamis per diplomarsi al liceo classico e frequentare poi l’università. Si laureò in Lettere all’Università di Napoli nel 1947, con una tesi sul poeta William Wordsworth.  Subito dopo la laurea partì assieme alla madre per New York e si ricongiunse finalmente con il padre. Appena arrivato, cercò subito lavoro nelle università newyorkesi e, dopo aver incassato alcuni rifiuti, nel 1948 firmò un contratto con il College of Mount Saint Vincent (Bronx) dove insegnò per oltre vent’anni. Nel 1972 passò al Lehman College della City University of New York dove insegnò fino al 1983, anno in cui si ritirò dall’insegnamento e si dedicò solo all’attività di scrittore. Il poeta è deceduto il nel 2020.

La mostra terminerà con l’incontro “Il disincanto poetico di Giovanni de Cristofaro”, previsto per domani,22 dicembre, alle 18 presso la stessa Green Cave, con la partecipazione di Michele Notarangelo e Franco Nasuti.

Kronos Bar

ADV Fini autosalone