Agenzia Valerio

“Denigrare volutamente una donna offendendola squallidamente nella sua dignità con il solo scopo di pensare di screditarla ed intimidirla è un gesto di una gravità inaudita che una città come Manfredonia”, dichiara il sindaco Gianni Rotice.

“Oggi celebriamo la Giornata Mondiale della Libertà di Stampa, una conquista non facile che permette a tutti gli organi di stampa, tutti i giornalisti, di svolgere il loro lavoro come servizio all’umanità e alla storia come ho avuto modo di richiamare nei giorni scorsi. Il lavoro del giornalista, dicevo, è “saper individuare, cogliere, negli avvenimenti della cronaca la fragilità dell’umanità che lasciata a se stessa diventa preda della violenza e della divisione”. Scrive in una nota il vescovo Padre Franco Moscone

“ Alla luce di questo non posso come Pastore della nostra Chiesa Diocesana non manifestare la piena solidarietà alla giornalista Lucia Piemontese, vice direttore dell’Attacco, per la violenza di carattere sessista subita con il ritrovamento di alcune scritte su un muro. Tale atto va denunciato poiché svilisce il lavoro stesso della giornalista e la sua dignità di donna. La libertà di stampa, il diritto di cronaca, va custodito e promosso. Si potrà non essere d’accordo, si potrà rispondere e dissentire, denunciare nelle sedi opportune, ma mai sfociare in atti di violenza fisica, verbale o scritta che sminuiscono la dignità della persona”. Aggiunge il vescovo.

Sono numerosi i comunicati di solidarietà alla giornalista di Manfredonia, tra questi quello del sindaco di Manfredonia, del PD sipontino e del M5S. tutti esprimono preoccupazione e condannano l’accaduto. Anche il direttore e la nostra redazione esprime solidarietà e vicinanza alla collega.

ADV Fini autosalone