San GiovanniRotondo rifiuti
Agenzia Valerio

Troppi sacchetti lacerati dai cani, il comune corre ai ripari: “I sacchetti contenenti l’organico e l’indifferenziato devono essere inseriti nelle relative pattumiere”.

Ogni utenza di San Giovanni Rotondo è  stata dotata, negli anni scorsi, di vari mastelli per la raccolta differenziata “porta a porta”, in modo particolare per l’umido (pattumiera marrone), indifferenziato (pattumiera grigia), vetro (pattumiera verde) e carta e cartone (pattumiera bianca), mentre solo per la plastica e lattine è sufficiente la busta gialla in dotazione. Nonostante le regole chiare, molto spesso si assiste al conferimento dei rifiuti utilizzando solo le buste.

Questa mattina il Comune di San Giovanni Rotondo, tramite la pagina Facebook ufficiale, ricorda che è obbligatorio il conferimento dei rifiuti con l’utilizzo dei mastelli.  

L’annuncio
“Al fine di evitare che nel centro abitato si continuino a vedere sacchetti di spazzatura lacerati dai cani randagi, con tutte le conseguenze igienico-sanitarie e del decoro urbano che ognuno di noi può immaginare, si ricorda che, così come previsto dall’Ordinanza Sindacale n. 89 del 14.10.2020, il conferimento dei rifiuti organici e dell’indifferenziato deve essere eseguito necessariamente con l’uso delle relative pattumiere, o meglio, i sacchetti contenenti l’organico e l’indifferenziato devono essere inseriti nelle relative pattumiere”.

ADV Fini autosalone