Agenzia Valerio

Il presidente nazionale di Federciclismo Cordiano Dagnoni alla presentazione degli eventi ciclistici 2022. Oltre 80 le adesioni al patto tra sindaci per integrare offerta e servizi.

In Puglia riapre la stagione dei grandi eventi sportivi all’aperto e ricomincia da Bari con il Giro d’Italia Handbike che, domenica 3 aprile, per la prima volta partirà da una città del Sud Italia.

È solo una delle competizioni sportive su due ruote che caratterizzeranno il 2022 e che sono state presentate al Padiglione della Regione Puglia nella Fiera del Levante, alla presenza del vicepresidente della Regione Puglia e assessore allo Sport per Tutti Raffaele Piemontese, dell’assessore regionale al Turismo e allo Sviluppo dell’impresa turistica Gianfranco Lopane e del presidente nazionale della Federazione Ciclistica Italiana Cordiano Dagnoni (in foto).

“Siamo stati protagonisti di investimenti in tutte le dimensioni dello sport, qualificando le politiche della Regione Puglia nel sostegno allo sport di base, quello animato da associazioni sportive dilettantistiche, enti di promozione sportiva, federazioni, Comuni, singoli atleti, attraverso eventi, attività agonistiche, sviluppo di programmi specifici per i disabili e per i bambini, contributi per l’acquisto di attrezzature, arrivando, alla fine del 2021, a un investimento complessivo superiore ai 55 milioni di euro”, ha ricordato il vicepresidente Piemontese, proponendo “la Puglia come una ‘palestra a cielo aperto’ dove rafforzare il connubio tra sport, salute, turismo e buona vita a partire dalla bicicletta, simbolo di una mobilità amica dell’ambiente e dei paesaggi della nostra regione”.

Il mare, i borghi, la campagna: ci sono tutti gli ingredienti per spiegare l’adesione senza precedenti che ha avuto il cosiddetto “Patto di Mattinata”, nato in occasione della Gara nazionale Ciclocross svoltasi nella cittadina garganica il 28 novembre dell’anno scorso, con un protocollo “Pedalare per viaggiare” siglato tra 26 sindaci pugliesi finalizzato a “iniziative comuni tese allo sviluppo dello sport con riferimento alla crescita sociale, culturale ed economica ed alla massima diffusione dello sport per tutti ed in particolar modo del ciclismo, con particolare attenzione a garantire pari opportunità, senza distinzione etnica, di genere, di sesso, sociale ed economica”.

A questa iniziativa, conosciuta come “Patto di Mattinata”, su sollecitazione di ANCI Puglia, hanno continuato da allora a aderire molti Comuni, fino ad arrivare a superare l’ottantina, considerando che tra le 68 adesioni c’è quella del sindaco di Pietramontecorvino, capofila dei 29 Comuni dei Monti Dauni coinvolti nella Strategia Area Interna.

“Lo sport e la bicicletta come asse importante dell’offerta turistica pugliese”, ha confermato il neo assessore regionale al Turismo, Sviluppo e impresa turistica. “Chi vive il cicloturismo e chi viene in Puglia per gli eventi sportivi che la nostra regione continua ad ospitare – ha aggiunto Lopane – riesce a coniugare alla passione per la bici i paesaggi stupendi, la possibilità di godere della nostra enogastronomia e di visitare i luoghi che ci caratterizzano nel mondo”.

Kronos Bar

ADV Fini autosalone