Agenzia Valerio

In molti ieri mattina, domenica 23 gennaio , hanno partecipato alla manifestazione di solidarietà dopo l’atto intimidatorio nei confronti dell’assessore al bilancio Generoso Rignanese.

“È veramente poco dire grazie a chi in un tempo ristretto attraverso il passaparola, nonostante la situazione, si è adoperato per organizzare questa iniziativa . Il vescovo, le associazioni, le parrocchie, le forze dell’ordine, le attività commerciali, il consiglio comunale, i cittadini, gli amici e la famiglia.  Un sit in simbolico e silenzioso durato 11 minuti, scandito da 11 tocchi di tamburo che rappresentano gli 11 attentati avvenuti in questa provincia nei primi giorni del 2022”. Scrive sui social Rignanese.

“Non a Generoso Rignanese ma a tutte quelle persone, chiunque esse siano, che subiscono qualsiasi forma di violenza, sia essa fisica, morale o materiale.  Questa è Monte Sant’Angelo, non altro.  Lo Stato c’è e ci sarà, lo vedremo prestissimo ne sono sicuro, ma è ancora più importante che nessuno di noi, la parte sana e maggioritaria della città, dica mai ma chi me lo fa fare”. Ha aggiunto.

Alla manifestazione ha partecipato anche il vescovo, padre Franco Moscone (in foto piccola il saluto con Generoso Rignanese).

Kronos Bar

ADV Fini autosalone