Agenzia Valerio

Il sindaco Michele Crisetti:«Io ero solo un ragazzo, ma ricordo il corso gremito di gente, le mura della città con la poesia scritta per Maria».

40 anni fa, il 10 gennaio 1982, a San Giovanni Rotondo veniva uccisa la piccola Maria Tosto, una bambina di soli 3 anni. Quando il suo corpo venne ritrovato non c’erano tracce di violenza: la morte era avvenuta per strangolamento. Ad ucciderla furono due ragazzi, figli di modeste famiglie di braccianti, senza precedenti penali, che in seguito vennero accusati di omicidio volontario, sequestro di persona e tentativo di occultamento di cadavere. Secondo gli inquirenti, il sequestro a scopo estorsivo per ottenere un podere della famiglia della piccola, sfuggì di mano ai due giovani portando al triste epilogo.

Oggi, a 40 anni da questi tragici ed efferati fatti, alla presenza della famiglia e delle autorità civili e militari, l’amministrazione comunale ha ricordato Maria con un momento di preghiera con Don Stefano Mazzone e la deposizione di una corona di fiori sul monumento dedicato alla sua memoria posto presso il cimitero comunale.

Il sindaco Michele Crisetti ha affidato a poche e commosse parole il suo pensiero:«Io ero solo un ragazzo, ma ricordo il corso gremito di gente, le mura della città con la poesia scritta per Maria da Giovanni Scarale, un silenzio surreale e tante parole tristi. Piccola Maria, quel dolore antico non passa. Ti prometto che questa comunità non ti dimenticherà mai. Riposa in pace».

ADV Fini autosalone