Agenzia Valerio

Tre appuntamenti dedicati alla scoperta dei libri per i più giovani con Dario Vergassola, Daniele Aristarco e con Stefano Bordiglioni ospiti al Cineteatro Adriatico, 14 – 21 maggio 2022 – Viale Marinai d’Italia, Vieste.

Avvicinare le nuove generazioni alla lettura, per poter rileggere la storia – e il contemporaneo – con occhio critico e ragionato, senza dimenticare l’importanza di coltivare fantasia e creatività per approcciarsi alla realtà. È un percorso dedicato ai giovani, quello offerto dal Libro Possibile Winter con la Settimana della letteratura per ragazzi’, in programma a Vieste dal 14 al 21 maggio.

Tre appuntamenti con altrettanti autori che, attraverso le loro opere, regalano al pubblico storie accattivanti, capaci di far riflettere e appassionare a tutte le età. Filosofia per la quale il Libro Possibile ha avviato 21 anni fa il percorso di successo che l’ha visto affermarsi tra i più importanti festival letterari estivi. Un’azione oggi ancora più necessaria, alla luce dei dati: nel 2020 il 58,6% dei ragazzi tra gli 11 e i 14 anni ha letto almeno un libro (fonte Istat), numero che continua a calare di anno in anno

Gli appuntamenti della rassegna, in programma al Cineteatro Adriatico di Vieste, si aprono sabato 14 maggio alle ore 10: Dario Vergassola, amato comico e scrittore ligure, ci accompagna in un viaggio fantastico alla scoperta delle Cinque Terre con Storie di un mondo immaginario (Baldini+Castoldi). Cinque storie di delicata ironia, di struggente tenerezza, comiche e malinconiche al tempo stesso, pungenti di satira sociale e disincantate e lucide, dove a essere protagonisti sono proprio loro, i dimenticati animali e le leggendarie creature del mare: pesci, totani, sirene, acciughe e polpi.

Usa il medium del racconto epistolare per insegnare ad adulti e bambini “a non commettere più gli errori del passato”, il secondo ospite della rassegna, Daniele Aristarco. Lunedì 16 maggio alle ore 10 presenta Lettere a una dodicenne sul fascismo di ieri e di oggi (Einaudi ragazzi): dalla nascita del movimento politico fondato da Mussolini alla fine della Seconda guerra mondiale, l’autore sbroglia gli intricati fili della storia e indaga l’enigma del consenso. Pagine in cui analizza – con un pizzico di umorismo e uno stile chiaro e avvincente – la storia italiana del Novecento per raggiungere la contemporaneità. E Giulia, la destinataria delle epistole presenti all’interno del saggio, non a caso è una giovane studentessa, come il pubblico per cui è pensata la rassegna.

Gli appuntamenti della Settimana della letteratura per ragazzi si concludono il 21 maggio con un racconto illustrato che ci riporta alla preistoria: alle ore 10 Stefano Bordiglioni porta a Vieste Storie prima della storia (Einaudi Editore)Pagine il cui incipit sembrerebbe appartenere ai giorni nostri: “Un fuoco acceso sotto un cielo stellato e uomini seduti intorno a riscaldarsi. Un nonno racconta e un bambino ascolta attento”. In realtà i presenti indossano pelli di animali, le costellazioni in cielo sono quelle di un milione di anni fa e le storie appartengono all’età della pietra. I tre incontri saranno introdotti da Pietro Loconte, dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Rodari Alighieri Spalatro di Vieste.

ADV Fini autosalone