Agenzia Valerio

Sabato 7 maggio ultima tappa dell’iniziativa nazionale nata per vincere la disabilità. Dopo circa 1.200 km di percorso sulla joelette, l’arrivo a Monte Sant’Angelo.

Sabato 7 maggio 2022, alle ore 9.00, le sezioni CAI Foggia e CAI Bari (Club Alpino Italiano) invitano a camminare tutti insieme da Casa del Ciliegio (bivio Bosco Quarto) a Monte Sant’Angelo.

L’iniziativa rappresenta una tappa del “Cammino di San Michele” dedicato alla pace e promosso da Matteo Gamerro, affetto da sclerosi multipla dall’età di 20 anni e dal suo gruppo di amici, con l’obiettivo di vincere la disabilità. La joelette è una carrozzella da fuori strada a una odue ruote che permette la pratica di gite o corse ad ogni persona a mobilità ridotta o in situazione di handicap, bambino o adulto, anche se totalmente dipendente, grazie all’aiuto di almeno due accompagnatori.

L’intero percorso, partito dalla Sacra di San Michele in Val di Susa fino alla Grotta di Monte Sant’Angelo sul Gargano, passando per Castel Sant’Angelo in Roma, è di circa 1.200 km su sentieri e stradelli, borghi e città, attraverso tutta l’Italia dal nord ovest del Piemonte al sud est della Puglia, passando per Lombardia, Emilia, Toscana, Lazio e Molise.

Un cammino fatto di altri percorsi già esistenti o riscoperti, ricchi di natura, di cultura e di storia.

Prima e dopo la scorsa estate, il gruppo che ha accompagnato Matteo Gamerro, sulla sua joelette, è partito dal Moncenisio ed è arrivato a Roma a piedi lungo i sentieri del cammino di San Michele, ovunque accolto dall’interesse, dall’affetto e dall’aiuto di tanti volontari, sindaci e cittadini che hanno capito e condiviso il messaggio di solidarietà e di speranza di pellegrini tanto speciali, impegnati nel percorso che collega i due estremi italiani della Linea Sacra Micaelica che va dall’Irlanda alla Palestina.

L’ultimo tratto del pellegrinaggio è partito da Piazza San Pietro dopo l’Angelus della prima domenica successiva alla Pasqua. Il corteo, formato da associazioni e gruppi di volontari, ha attraverso il centro di Roma fino ad imboccare la Via Prenestina. Il percorso è proseguito con le cinque tappe della Ciociaria, ancora per i Tratturi del Molise per altre sei tappe e, infine, con le tre tappe della Puglia, fino all’ultima salita alla Grotta e al Santuario di Monte Sant’Angelo.

La vicenda di Matteo Gamerro, pellegrino sul Cammino di San Michele, diventerà un docufilm specialmente dedicato alle scuole. La prima parte del viaggio, già pronta, sarà proiettabile su richiesta.

ADV Fini autosalone