Agenzia Valerio

Il libro è il frutto di un’intensa ricerca archivistica che ha consentito all’autore di fare luce su uno dei più grandi siti minerari italiani.

Domenica 20 novembre alle ore 19:00, presso il chiostro comunale di Palazzo San Francesco, Antonio Tedesco (foto) presenta “Terra Rossa”, la Miniera Montecatini di San Giovanni Rotondo (1936-1973), dall’ autarchia al sogno della grande industria. Si tratta dell’ultima pubblicazione dello studioso originario di San Giovanni Rotondo, direttore scientifico della Fondazione Pietro Nenni e autore di alcuni studi sulla storia della Capitanata, tra cui il libro Fermate i socialisti, il massacro del 14 ottobre 1920 a San Giovanni Rotondo, e di diversi saggi sul socialismo italiano.

“Il libro ricostruisce, dopo quasi cinquant’anni dalla sua chiusura, la storia di uno dei più grandi siti minerari italiani che da una parte rappresentò una forma tangibile di riscatto economico per un’area molto arretrata del Mezzogiorno, dall’altra fu segnata da un numero considerevole di tragedie, infortuni e vittime a causa della pericolosità delle tecniche estrattive e dal mancato rispetto delle misure di sicurezza. Ben 27 furono i morti e migliaia gli incidenti. Nel libro emerge il volto duro del capitalismo italiano contrario ad accogliere le legittime rivendicazioni operaie e sindacali e l’antimeridionalismo di una certa classe dirigente politica ed imprenditoriale che si oppose tenacemente allo sviluppo industriale di quell’area”.

Con l’ autore ci sarà Mara De Felici e il sindaco  Michele Crisetti. L’iniziativa è organizzata dal Presidio del libro e dall’ Associazione Provo Cult.

Kronos Bar

ADV Fini autosalone