Agenzia Valerio

Questa mattina è previsto l’intervento in diretta radiofonica, il protagonista interverrà ai microfoni di Radio Monte Calvo per lanciare l’appello a vaccinarsi. L’uomo è finito in ospedale a causa di una polmonite da coronavirus e il contagio è avvenuto perché aveva scelto di non vaccinarsi.

Sulla sua pagina Facebook ci sono ancora i video virali che alludono al complotto, al sostegno per le manifestazioni per dire No al green pass, chi lo conosce bene racconta che più che utilizzare i social difendeva la sua posizione di No Vax in tutti i gruppi di Whatshap e in tutte le occasioni di confronto. Questo fino a quando non si è ammalato di Covid, ed ha forse anche provocato un focolaio importante nella città di San Giovanni Rotondo. È la storia di Roberto Canistro, proprietario insieme alla sua famiglia, di un noto ristorante della città di San Pio, negli anni scorsi ha giocato a calcio in numerose squadre della provincia.

Dopo il ricovero in ospedale è rientrato in città e non è ancora guarito, si trova in isolamento usufruendo del servizio di assistenza domiciliare.

“Tutti conoscete la sua sventura, per lui e la sua famiglia per questo maledetto virus- scrive sui social Franco Impagliatelli speaker di Radio Monte Calvo. Domani venerdì 26 novembre 2021 ore 11,30 ospite in diretta telefonica il nostro caro amico Roberto Canistro, farà un forte appello a tutti a vaccinarsi contro il Coronavirus. L’amico Roberto ci mette la faccia e il cuore! Racconterà cosa vuol dire non essere vaccinati, i dolori e danni che il virus gli ha provocato per se e i propri cari. Roberto con le lacrime agli occhi chiede scusa a tutti del suo grande errore a non vaccinarsi e mi ha pregato di ripetere fino a stancarmi in radio, e dire a tutti, di non fare gli sciocchi”. Conclude Impagliatelli.

ADV Fini autosalone

ADV Fini autosalone