Agenzia Valerio

Il progetto è indirizzato indirizzato a corsisti provenienti da paesi terzi ospitati sul territorio, promosso dall’istituto alberghiero I.P.E.O.A. “Michele Lecce” in collaborazione con l’associazione “QUASAR”.

Ha preso il via il progetto di integrazione e alfabetizzazione dal titolo “Il territorio all’insegna dell’integrazione”, presentato venerdì 8 aprile a Palazzo San Francesco, promosso dall’istituto alberghiero I.P.E.O.A. “Michele Lecce” in collaborazione con l’associazione “QUASAR” di Putignano, l’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia, il Comune di San Giovanni Rotondo e le associazioni del terzo settore ed indirizzato a corsisti provenienti da paesi terzi ospitati sul territorio di San Giovanni Rotondo.

«L’inclusione e l’integrazione, termini a noi assai cari, rappresentano il valore aggiunto di ogni comunità, affinché si combatta e si annienti lo stato di emarginazione e isolamento, affinché sia data a chiunque la possibilità di imparare una lingua e un mestiere per inserirsi nelle maglie della società, oggigiorno spesso e volentieri “isolante” per tanti, tantissimi. Questo progetto permetterà ai ragazzi ospitati dai C.A.S. “San Matteo” e “Matrix” di formarsi sul nostro territorio per restarci, per non andare più via» le parole del sindaco Michele Crisetti e dell’Assessore alle Politiche Sociali Mariapia Patrizio.

«Io non dico a questi ragazzi “Sentitevi in Italia” ma “Sentitevi a casa”: e proprio perché questo sia possibile che abbiamo pensato a questo progetto virtuoso, che, sono certo, si realizzerà soprattutto come scambio culturale e arricchirà non solo loro ma anche tutti quanti noi. Da parte nostra, metteremo a disposizione gli ambienti scolastici, le cucine e le varie professionalità perché questo percorso trovi attuazione anche attraverso il “fare” e “l’agire” direttamente sul campo» il commento deldirigente scolastico dell’I.P.E.O.A. “Michele Lecce” Luigi Talienti.

Alla fine dell’incontro, da parte dei tantissimi ragazzi presenti, un sussurrato ed emozionato «Grazie di cuore per questa possibilità».

ADV Fini autosalone