L’operazione denominata “Gargano Nostrum” riguarda illeciti nel tratto di mare da  Lesina a Capoiale, numerosi indagati per i reati ascritti di “disastro ambientale” e di “combustione illecita di rifiuti”. 

A conclusione di complesse indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Foggia, svolte dal Nucleo Speciale d’Intervento del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera nell’ambito dell’operazione denominata “Gargano Nostrum”, svolte sulla costa del Gargano, da Lesina a Capoiale, il gip ha emanato un’ordinanza con la quale applica le misure cautelari personali e reali nei confronti di numerosi indagati per i reati ascritti di “disastro ambientale” e di “combustione illecita di rifiuti”.

L’odierna operazione complessa di polizia giudiziaria, finalizzata all’esecuzione delle misure cautelari disposte, è tutt’ora in corso e viene svolta con personale militare e mezzi della Guardia Costiera provenienti da tutta Italia.

Google search engine