Agenzia Valerio

Circa 6700 gli ospiti che si sono accreditati agli eventi regionali. Più di mille gli operatori specializzati in presenza e in streaming e 300 incontri d’affari (BtoB) per le imprese pugliesi nel padiglione dedicato all’Internazionalizzazione.

L’edizione 2022 della Fiera del Levante verrà ricordata tra gli appuntamenti più visitati e seguiti degli ultimi anni, specialmente dopo lo stop del periodo pandemico. Una settimana dedicata alle imprese, all’import e all’export, agli incontri BtoB, come nella tradizione della Campionaria pugliese.

Ma anche un’edizione per parlare e raccontare di innovazione declinata nei diversi settori come sanità, welfare, agricoltura, pesca, lavoro, formazione, imprenditoria. Una Fiera in cui la Regione Puglia, nel suo spazio istituzionale al padiglione 152 e nei padiglioni dedicati all’Innovazione, all’Internazionalizzazione, all’Agroalimentare e alla Filiera ittica pugliese, ha organizzato e ospitato iniziative, convegni, focus, seminari e forum come occasione per presentare le “Osservazioni sul Futuro”, dal claim scelto per questa edizione fieristica 2022. Agli appuntamenti regionali si sono accreditate circa 1700 persone che si sommano a tutti gli ospiti che hanno seguito gli eventi nel corso delle dirette streaming.

L’International Business Week è stato, in particolare, il nuovo brand lanciato dalla Regione Puglia in occasione dell’85 esima Fiera del Levante, un brand declinato in un’offerta coordinata di servizi e informazioni alle imprese con focus sui settori e sui Paesi strategici. Sono i mercati esteri e le tecniche per approcciarli tra gli interessi principali delle imprese pugliesi che dimostrano l’appeal dell’internazionalizzazione, anche durante una manifestazione come la Fiera del Levante.

Sono stati più di mille gli iscritti agli eventi della International Business Week, in presenza e in streaming, offerti dal padiglione Internazionalizzazione. A dimostrare l’efficacia dell’iniziativa hanno contribuito soprattutto gli incontri business to business (BtoB) tra imprese pugliesi e manager degli Emirati Arabi Uniti e tra aziende e designer (DtoB), per un totale di circa 300 incontri. Sono proprio gli incontri d’affari, infatti, a gettare le basi per le collaborazioni e contratti futuri e dunque per il concreto aumento del fatturato export della Puglia.

Per questo l’International Business Week, organizzata dalla Sezione regionale Promozione del Commercio, Artigianato e Internazionalizzazione, in collaborazione con Puglia Sviluppo, ha aperto nuove porte sui mercati esteri gettando le basi per un’ulteriore crescita dell’apertura internazionale della Puglia.

E proprio in questo spazio dedicato alle imprese al loro business si sono svolti 18 eventi, cinque sessioni tra BtoB e DtoB ed è stata organizzata la mostra immagine “Design in Puglia”, il tutto durante la missione incoming di 10 manager degli Emirati Arabi che sono stati in Puglia dal 16 al 20 ottobre. Ad arricchire l’offerta le Country Presentation di Giappone, Georgia, Hong Kong, Regno Unito, Grecia, Repubblica Ceca.

Ma il valore aggiunto della International Business Week sono stati i Country Desk di Albania, Georgia, Moldavia, Regno Unito, Grecia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Cina, Giappone e Hong Kong. Qui, da lunedì 17 a venerdì 21 ottobre, nel pomeriggio, si sono alternati i referenti di alcune Rappresentanze Diplomatiche e Camere miste in Italia per offrire alle imprese pugliesi la possibilità di incontri finalizzati ad assumere le conoscenze utili per operare ed esportare in questi Paesi.

Kronos Bar

ADV Fini autosalone