Agenzia Valerio

I Gruppi di Preghiera di Padre Pio tornano ad incontrarsi a San Giovanni Rotondo in occasione del Convegno Nazionale giunto quest’anno alla sua 33a edizione. 

Si svolge oggi e domani, sabato 10 e domenica 11 settembre 2022,presso  l’auditorium Maria Pyle che ospita i figli spirituali del Santo che sono giunti da tutta Italia per vivere fraternamente il carisma del Padre Fondatore.

«È la preghiera che spande il sorriso e la benedizione di Dio» sarà il tema che li guiderà in queste due giornate e per tutto l’anno pastorale 2022/2023. «Come ogni anno – spiega Padre Luciano Lotti, segretario generale dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio – la scelta del tema è importante, perché in qualche modo viene proposta, attraverso una frase di Padre Pio, una lettura della realtà che ci circonda. E la realtà ce l’abbiamo sotto gli occhi: il Covid, la guerra e la crisi ecologica hanno causato una forte crisi a livello economico e sociale. In tanti parlano di speranza e ottimismo e in tanti chiedono di essere aiutati a riprendere speranza e allora occorre credere che certe cose ce le può dare il Signore, a lui chiediamo il dono del suo sorriso e della sua benedizione».

Nel corso della prima giornata congressuale, dopo i saluti di padre Franco Moscone e Michele Giuliani, rispettivamente presidente dell’Opera di San Pio e direttore generale di Casa Sollievo della Sofferenza, l’archivista Marianna Iafelice e il direttore di Padre Pio TV Stefano Campanella sono state presentate le figure dei beati Olinto Marella e Maria Gargani la cui vita è intrisa della spiritualità di Padre Pio e dei suoi insegnamenti.

Nella mattinata di domenica 11 settembre, la giornalista Lucia Ascione, storica conduttrice di Tv 2000, incontrerà il mondo di Casa Sollievo della Sofferenza raccontato attraverso le testimonianze degli operatori sanitari dell’Ospedale di San Pio. Al termine dei lavori,Padre Franco Moscone consegnerà ai partecipanti il nuovo sussidio di formazione intitolato “È la preghiera che spande il sorriso e la benedizione di Dio”, che contiene le catechesi-guida pensate per i Gruppi e suggerite per il nuovo anno pastorale.

«È la preghiera che spande il sorriso e la benedizione di Dio» è un’espressione che il Santo di Pietrelcina scrisse nel suo discorso diffuso in occasione del decimo anniversario di inaugurazione di Casa Sollievo della Sofferenza (1966): «nel discorso completo – spiega padre Franco –  Padre Pio utilizza tutta una serie di verbi per definire l’azione della preghiera: “muove, rinnova, sostiene, conforta, guarisce, santifica, eleva, dona”. La preghiera non è un atteggiamento individuale non si risolve in una relazione interpersonale tra noi e Dio, ma secondo Padre Pio, che segue l’insegnamento del Vangelo, va vissuta con gli altri, non per niente la prima e fondamentale orazione della santa messa è chiamata “colletta”, perché insieme ci uniamo tra noi e con Cristo, nostro mediatore presso il Padre. È la preghiera comunitaria, dunque, che ci attira il sorriso e la benedizione di Dio».

ADV Fini autosalone