Agenzia Valerio

L’atteso appuntamento avrà luogo il 18 e il 19 marzo, l’evento è organizzato dal Circolo Oasis  con il supporto del Comune di Mattinata.

Si rinnova a Mattinata il tradizionale appuntamento con la Festa di San Giuseppe, giunta alla ventitreesima edizione. Anche quest’anno torna dunque l’attesa attorno all’accensione del Gran Falò, cuore pulsante dell’evento, dove fede e memoria si fondono in uno spettacolo emozionante e suggestivo come sempre.

L’evento organizzato dal Circolo Oasis, con il supporto del Comune di Mattinata e la collaborazione della Parrocchia Santa Maria della Luce e del Centro Arte e Tradizioni Popolari, si svolgerà il 18 e il 19 marzo 2024 con un programma sia civile che religioso.

La Festa di San Giuseppe, santo protettore della Chiesa Universale, inizierà alle prime ore del mattino con lo sparo dei mortaretti per proseguire la sera (ore 18) con la Santa Messa presieduta da Don Luca Santoro nella chiesa di Santa Maria della Luce. Alle ore 19.30, su viale Don Salvatore Prencipe, i festeggiamenti entrano nel vivo con l’accensione scenografica e la benedizione del Gran Falò. Durante la serata non mancheranno gli stand enogastronomici con i prodotti tipici locali e faranno da cornice i brani della musica popolare dei Figli di Puglia. A chiudere la giornata, lo spettacolo pirotecnico a cura della ditta Pirotecnica San Pio di San Severo.

Il 19 marzo, giorno della Solennità Liturgica, presso la Chiesa Parrocchiale sarà celebrata la Santa Messa presieduta da Don Luca Santoro.

«Una due giorni per mantenere viva una tradizione che si tramanda da secoli – ha dichiarato Matteo Ricucci, Presidente del Circolo Oasis. La festa di San Giuseppe è un invito a stare insieme e a condividere il sapore della memoria e della nostra identità. Appuntamento dunque il 18 e 19 marzo a Mattinata, per partecipare ad un evento in cui fede e tradizioni millenarie si fondono in un unico grande spettacolo».

Kronos Bar

ADV Fini autosalone