Agenzia Valerio

I carabinieri forestali di San Nicandro Garganico hanno accertato una gestione illecita di rifiuti speciali non autorizzata in un’area sottoposta a importanti vincoli ambientali e paesaggistici.

L’attività di indagine, avviata dopo una denuncia al 112, ha permesso di accertare la presenza di un’ampia area adibita a cantiere di circa 3000 metri quadrati dove sono stati stoccati circa 500 metri cubi di rifiuti speciali provenienti da attività di scavo e da ristrutturazione e demolizione edile in assenza di titoli autorizzativi. Nel corso delle indagini gli investigatori hanno accertato anche un’ occupazione abusiva della vasta area demaniale adibita a cantiere, in parte intestata al Comune di Lesina e in parte classificata demanio idrico.

Il titolare e gestore dell’area, vice presidente di una società cooperativa, è stato denunciato all’autorità giudiziaria in stato di libertà in violazione alle disposizioni del decreto legislativo 152 del 2006, (Testo Unico sull’ambiente) e per invasione e occupazione di terreni demaniali a fine di trarne profitto come previsto dal codice penale.

ADV Fini autosalone