Agenzia Valerio

Nonostante sia ancora un cantiere e nonostante i posti riservati per i residenti le auto continuano a transitare e a parcheggiare nei pressi di Corso Regina Margherita provocando danni ai residenti, la denuncia.

I lavori nel centro storico di San Giovanni Rotondo, in modo particolare a Corso Regina Margherita, sono stati avviati a novembre del 2021 e, se tutto va per il meglio, dovrebbero terminare per dicembre 2022. L’Acquedotto Pugliese ha consegnato, nelle scorse settimane, metà della via e prevede la fine dei lavori per la fine di agosto (rispettando il cronoprogramma dei tre mesi di lavori previsti). L’amministrazione ha provato ad accelerare i tempi, come più volte ribadito da sindaco e assessori, nel tentativo di velocizzare l’inizio dei lavori della pavimentazione, che dovrebbero ripartire a settembre. Ma non sono solo i ritardi e gli inevitabili disagi a preoccupare i residenti.

«Nella tarda serata di ieri una macchina è salita sul gradino della mia abitazione distruggendolo, tutto ciò era prevedibile e più volte abbiamo segnalato la situazione, questo accade  perché vengono parcheggiate le auto restringendo la carreggiata, un fatto assurdo se si pensa che è divieto di sosta e i residenti possono passare solo per raggiungere le proprie abitazioni – spiega Pietro Gravina presidente del comitato dei residenti del centro storico. Abbiamo più volte sollecitato la Polizia Locale e nonostante l’impegno dell’assessore alla viabilità, Giuseppe Siena, non abbiamo mai visto controlli e multe nel centro storico. Le auto vengono parcheggiate in via Pirgiano e in Corso Regina, parliamo anche di auto di grosse dimensioni, come quella che ha distrutto il mio gradino. Nessuno è in grado di far rispettare l’ordinanza che è stata emessa dalla Polizia Locale. Questo è preoccupante anche in prospettiva, dopo i lavori. Abbiamo dato la nostra disponibilità per collaborare e per trovare soluzioni nell’ottica di migliorare la vivibilità del nostro centro storico, ma non troviamo nessuna collaborazione. Non è possibile continuare in questo modo, i lavori creano disagi ma è necessario che in questa situazione ognuno faccia la sua parte». Conclude Gravina. 

L’Ordinanza prevede, durante tutta la durata dei lavori, la  chiusura del traffico veicolare, il divieto di sosta h24 con rimozione forzata nelle zone interessate dai lavori, e quindi Corso Regina Margherita, via Galiani, vicolo Sant’Orsola, vicolo Santa Caterina, via Pirgiano, via Castellana, Lu larje du’ lu buch e via San Donato oltre che la limitazione del transito dei veicoli dei residenti. In sostanza e compatibilmente con i lavori e la sicurezza i residenti possono raggiungere le proprie abitazioni per carico e scarico merci e poi parcheggiare le auto solo negli spazi riservati che sono stati individuati nei pressi della chiesa di San Giuseppe, in Corso Matteotti.

In foto: via Pirgiano e in piccolo i danni al gradino

ADV Fini autosalone