Agenzia Valerio

“Occasione preziosa per tracciare un percorso di collaborazione comune con i sindaci del territorio che ci permetta di recuperare tutti i fondi necessari per dare valore aggiunto all’Agricoltura, alla Zootecnica ed al Turismo.”

“Abbiamo candidato ben12 progetti per investimenti volti a rendere più efficiente e sostenibile l’utilizzo delle risorse idriche e a mitigare l’emergenza siccità, da finanziare nell’ambito del CIS ACQUA – Contratto Istituzionale di Sviluppo Acqua bene comune. Un passo importante contro il cambiamento climatico e per lo sviluppo socio economico del Gargano”. Questo il commento, con orgoglio, del presidente Michele Palmieri e del vicepresidente Michele Tabacco. 

Una proposta  molto importante di oltre 81 milioni di euro, resa possibile dal coinvolgimento dell’intera struttura tecnica dell’ente, agraria e forestale, che per diversi mesi si è impegnata nella progettazione (in molti casi si tratta di progetti definitivi) di  interventi  finalizzati ad implementare il sistema irriguo (anche con riutilizzo di acque reflue e piccoli invasi), ad ampliare la rete di acquedotti rurali nelle aree interne,  a ripristinare la funzionalità di antiche “piscine” ad uso zootecnico e per la lotta agli incendi boschivi, e a ripristinare e monitorare le preziose sorgenti garganiche. Il tutto con l’obiettivo di un uso sempre più sostenibile della risorsa acqua.

“Un’occasione preziosa per tracciare un percorso di collaborazione comune con i sindaci del territorio che ci permetta di recuperare tutti i fondi necessari per dare valore aggiunto all’Agricoltura, alla Zootecnica ed al Turismo nelle aree interne, con ricadute positive in termini di tutela della risorsa idrica e di servizi alle nostre imprese. In tal senso la strategia complessiva di sviluppo la stiamo inserendo nel nuovo Piano di Bonifica”- conclude il Presidente Palmieri.

Kronos Bar

ADV Fini autosalone