Agenzia Valerio

Le sculture di “Building bridges” realizzate dal figlio del grande attore Anthony, rimarranno a Vieste fino al 10 settembre.

Giovedì 8 giugno sarà inaugurata l’ installazione “Building Bridges”, di uno dei più grandi artisti contemporanei del mondo, Lorenzo Quinn (in foto). Lo scultore è il figlio del grandissimo attore Anthony Quinn.

Quinn, parlando della sua opera a Venezia, ha detto che “Bisogna creare ponti, non barriere”. È uno dei più apprezzati artisti contemporanei al mondo, padre di un’idea di arte capace di abbinare valore estetico, senso della meraviglia e impegno sociale.

Sei coppie di mani che si congiungono a grandi altezze per esprimere valori universali come amicizia, saggezza, aiuto, fede, speranza e amore. E intende simboleggiare la capacità delle persone di superare le reciproche differenze per costruire un mondo migliore. La serata sarà presentata da Nicolò De Devitiis, volto noto della Tv e inviato del programma “Le Iene”, e sarà impreziosita dallo spettacolo di ResExtensa, compagnia di danza in volo. L’installazione rimarrà fino al 10 settembre e rientrano nella manifestazione Vieste in Love in programma dal 4 al 10 settembre.

L’appuntamento è alle 19.30 a Marina Piccola, alla presenza dell’artista Quinn e dei rappresentanti istituzionali pugliesi.

Kronos Bar

ADV Fini autosalone