Giovedì, 15 Luglio 2021 08:23

A FestambienteSud gli EcoForum sui temi chiave della transizione ecologica

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)

“L’obiettivo è discutere su quali cambiamenti strutturali è necessario imprimere all’economia e ai sistemi produttivi”, momenti di riflessione e confronto su economia circolare e agroecologia, con un focus sulla Capitanata.

 

Next Green Generation è il tema scelto per la XVII edizione di FestambienteSud, il festival nazionale di Legambiente per il Sud Italia - in scena dal 23 luglio al 2 agosto 2021a Monte Sant’Angelo, Vieste e in Foresta Umbra - che si aprirà con una giornata dedicata alla riflessione e al confronto su alcuni temi chiave della transizione ecologica.

 

“L’obiettivo è discutere su quali cambiamenti strutturali è necessario imprimere all’economia e ai sistemi produttivi, all’organizzazione pubblica e agli stili di vita dei cittadini per poter davvero consegnare un nuovo destino alla next generation, i giovani e le prossime generazioni che opportunamente l’UE ha voluto richiamare nel titolo del programma di sostegno ai paesi membri dopo la crisi pandemica”, spiega Franco Salcuni, direttore culturale di FestambienteSud, che ha voluto fortemente inserire all’interno del programma artistico del Festival una sezione dedicata agli EcoForum.

 

Si partirà da storie positive, di imprese, organizzazioni sociali e pubbliche amministrazioni, che già hanno intrapreso una strada coerente con le linee tracciate dal Green New Deal, con scelte forti e significative e con un indubbio valore esemplare, dimostrando che la strada è percorribile e che il cambiamento è già in atto.

 

Venerdì 23 luglio ad aprire FestambienteSud, alle ore 9.30 nella sala conferenza delle Clarisse a Monte Sant’Angelo, sarà l’EcoForum sull’economia circolare suddiviso in due sessioni.

 

Dopo i saluti istituzionali - a cui interverranno il Sindaco di Monte Sant’Angelo Pierpaolo d’Arienzo, il presidente della Provincia di Foggia Nicola Gatta, il direttore di FestambienteSud Franco Salcuni e la vicepresidente nazionale di Legambiente Vanessa Pallucchi - ci sarà la sessione dedicata a “Economia Circolare ed impianti industriali: un binomio inscindibile”. Daranno il loro contributo Lella Miccolis, Amministratore Unico Progeva Srl; Annalisa Lazzari, AD Eurosintex Srl; Fabio Costarella, Responsabile progetti speciali CONAI; Ruggero Ronzulli, Presidente Legambiente Puglia; Anna Grazia Maraschio, assessora ad Ambiente e Territorio della Regione Puglia. A moderare il dibattito sarà Laura Brambilla di Fondazione Legambiente Innovazione. A seguire la testimonianza di Stefania Menduno, presidente dell’OdV Banco Alimentare della Daunia “F. Vassalli”.

 

La seconda sessione prevede la Premiazione dei Comuni Ricicloni e un focus sulle buone pratiche pugliesi. A presentare e coordinare i lavori saranno Daniela Salzedo, Direttrice Legambiente Puglia ed Emilio Bianco, Comuni Ricicloni Legambiente.

 

Nel pomeriggio alle 15.30 è in programma il Focus sulla Capitanata: una tavola rotonda-laboratorio dedicata alla ricognizione dello stato dell’arte dell’Economia Circolare nella Provincia di Foggia, con soggetti pubblici e privati (imprese, associazioni, organizzazioni datoriali).

 

Ad introdurre e coordinare i lavori saranno Gianfranco Pazienza e Gennaro Tedesco, del gruppo di lavoro del progetto Generazione Circolare, che mira a mettere in relazione i giovani della provincia di Foggia con il mondo delle imprese, i soggetti istituzionali e culturali, sulle tematiche dell’economia circolare e a sviluppare idee innovative che possano diventare impresa e produrre ricchezza, lavoro e qualità ambientale. La prima azione messa in campo dal progetto Generazione Circolare - capofila Provincia di Foggia e sostenuto da Unione Province Italiane nell’ambito di Azione Province Giovani - è stata l’istituzione del Tavolo Provinciale Permanente dell’Economia Circolare.

 

Infine, alle 19.00 nella Green Cave, l’EcoForum Agroecologiagenerazione circolare - stili di vita - lavoro ed etica - dalla terra alla tavola - agricoltura e società. A raccontare esperienze concrete di sostenibilità e innovazione verde nel settore dell’agroecologia saranno Massimo Monteleone, docente di AgroEcologia Università di Foggia; Gianluca Russo, OdV Banco Alimentare della Daunia “F. Vassalli” - Foggia; Pietro Fragasso, Pietra di Scarto - Cerignola; Roberto Covolo, XFarm Agricoltura prossima - San Vito dei Normanni; Pio Di Giorgio, SlowFood Gargano; Michele Solimando, Birrificio Rebeers - Foggia; Pascal Barbato, mastro fornaio - San Marco in Lamis.

 

Gli EcoForum saranno fruibili dal vivo previa registrazione online. Il programma completo e tutte le informazioni sono disponibili sul sito del festival.

 

pubblicità3

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”