Archeotrekking tra pitture e graffiti a San Giovanni Rotondo e a Cagnano Varano, due appuntamenti con la natura e la storia organizzati da Gargano Natour, “un percorso a tappe dalla preistoria ai giorni nostri”.
La città di San Giovanni Rotondo si unisce all’appello per la liberazione del giovane detenuto ingiustamente da un anno, “Siamo tutti Zaki e vogliamo che lui torni presto in aula a studiare con i suoi compagni”.
Un libro scritto come un romanzo che racconta di un mondo di nobiltà e di valori importanti,di fede, di un lutto, la storia di una eccezionale benefattrice che ha istituito una fondazione umanitaria che porterà il suo nome.
Riconoscimento per i vent’anni alla guida del Centro di Ricerca, studioso di storia patria con particolare riferimento al Brigantaggio Postunitario e al Risorgimento.
Francesco Saverio Nitti (Melfi 1868 – Roma 1953), l’economista lucano che sarebbe diventato Presidente del Consiglio nel 1919, pubblicava nel 1900 a Torino un volumetto, destinato a renderlo famoso, sulla ripartizione territoriale delle entrate e delle spese dello Stato dal titolo “Nord e Sud”, edito dall’amico deputato torinese Luigi Roux.
“Una rappresentanza minima dei nostri alunni, non più di 10 o 12, all’interno di uno spazio congruo, nel rispetto assoluto del distanziamento“ ,ha dichiarato il Professor Luigi Talienti.
Il volume racconta la cittadina garganica adagiata sulla sponda meridionale della omonima laguna, i testi sono dell’architetto Pazienza e le foto di Michele Sepalone, un viaggio “in uno dei due specchi d’acqua della Daunia contemporanea, tenuto staccato dall’altro, il lago di Varano, dal monte d’Elio”.
L’edizione smart ideata da POP – Officine Popolari fa registrare grandi numeri. Domenica 14 febbraio diretta streaming della “Gran Parata dei Ricordi” con i protagonisti di ieri, oggi e domani.
Il fine è quello di riuscire a far utilizzare dai ristoranti del posto il nostro olio e non quello della GDO, offrendo ai clienti un’esperienza culinaria unica, partendo da un prodotto del territorio con caratteristiche peculiari e con diverse intensità di fruttato amaro e piccante.
Lo davano per moribondo, come la sua machera simbolo nel giorno di “Martedì Grasso”, ma il Carnevale di Manfredonia è più vivo che mai anche grazie ai suoi “speciali anticorpi” in moto perpetuo, ovvero diverse centinaia di creativi addetti ai lavori in azione per tutelare e rilanciare il suo inestimabile…
Pagina 3 di 79

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”