Giovedì, 31 Dicembre 2020 08:24

Vieste: polemiche per il taglio degli alberi di Piazza Paolo VI, favorevoli i residenti

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)

Opinione pubblica divisa sulla decisione dell’amministrazione comunale che per la riqualificazione della zona ha previsto il taglio di 53 pini, nella giornata di ieri in azione le motoseghe.

Il sindaco Giuseppe Nobiletti aveva fatto capire, nei giorni scorsi, che non ci sarebbe stato nessun ripensamento nonostante l’intervento del WWF di Foggia e dei pentastellati, l’onorevole Marialuisa Faro, che ha scritto anche al Ministro Costa, e la consigliera regionale Rosa Barone. Per il M5s l'amministrazione viestana doveva  "rivedere il progetto esecutivo, escludendo l'abbattimento della pineta". “L'abbattimento dei 53 Pini è solo una scusa per giustificare anni di pessima manutenzione dell'area”, è il giudizio del WWF.

 

 

Soddisfazione, invece, dai residenti della zona. “Noi abitanti vogliamo i lavori. Li aspettiamo da un decennio. In tantissimi sono caduti procurandosi danni anche fisici”. Si legge in post a firma di Giuseppe Silvestri in rappresentanza dei cittadini residenti nella zona, che poi attacca chi è contrario all'intervento: “dov’erano in questi ultimi 15 anni? Perché quindici anni fa, alla comparsa delle prime radici dei pini sull’asfalto, non sono intervenuti? Perché non vanno a dimostrare sotto la casa dell’assessore che ha fatto piantare i pini? Ora lo spiazzo è tutto compromesso e inagibile da anni e non capiamo questo ostracismo di fronte all’evidenza dei danni che i pini hanno recato e recano. Siamo la maggioranza silenziosa stanca di sentire fantonie e corbellerie. Tanto loro non abitano qui. Smettiamola di fare il cabaret. Noi vigileremo sul proseguimento dei lavori”.

 

Di tutt’altro tono il post a firma di Claudio D’Esposito, ripreso e fatto circolare da molti cittadini tra cui Francesco Clemente, molto attivo in questa battaglia in difesa dei pini. “La mattanza arborea è servita, una strage ai danni di una piccola ma importante pineta urbana. Siamo all'interno del Parco Nazionale del Gargano. I motivi? Rifare l'asfalto e permettere ad auto e mercatino rionale di poggiare ruote e piedi su di un pavimento "liscio"! Il tutto grazie a 288.000 euro di finanziamento pubblico! L'idea stolta e arrogante del sindaco, Giuseppe Nobiletti, di eliminare un'intera pineta di 53 alberi belli e sanissimi... per poi ripiantarne di nuovi che soddisfano la "moda" del momento, è autolesionista e rappresenta un vero e proprio furto ai danni dei cittadini, non solo di Vieste o della Puglia, ma dell'intera nazione.”

 

 

pubblicità3

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”