Martedì, 12 Novembre 2013 18:33

San Giovanni si allaga, bagarre in rete

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

È la rete internet a rilanciare le notizie relative ad allagamenti avuti,puntuali, alla prima pioggia seria di stagione, a San Giovanni Rotondo. Le zone sono quelle già note da tempo e dove sono intervenuti già con le famose "soluzioni tampone" volute dall'Amministrazione Pompilio. Intervengono anche i politici attraverso i social network in risposta ai tanti che criticano e che chiedono interventi risolutivi.

 

 

In generale il popolo della rete critica gli interventi di sistemazione delle aiuole bollandole come inutili e chiede, un po'retoricamente, interventi contro gli allagamenti. «Le risaie a San Giovanni Rotondo. Le aiuole Michele Pennelli non sono sufficienti ad assorbire questa portata. Che facciamo? Rallentiamo l'acqua a monte?» Scrive un sarcastico Alessandro Rendina attivista di Sinistra Ecologia e Libertà. «Le vasche sono al collasso....via Alberti al collasso....Corso Roma al collasso....via Foggia al collasso,una città al collasso per colpa di....ma andate a zappare....siete insignificanti.... quanti soldi dobbiamo buttare fuori dalle tasche comunali cioè ( nostre) per pagare i danni...i veicoli...ecc.» Fa notare Saverio Dragano dal suo profilo. «L' unione fa la forza noi dobbiamo pensare ai nostri figli e ai nipoti se no chi ci pensa». Commenta Filomena Fiore, mentre è ancora più esplicito Matteo Ercolino: « un paese con i rondò nuovi, il wi- fi non ci interessa, Noi vogliamo un paese dove possiamo tornare da scuola senza essere bagnati fino alle ginocchia ».Alessandro Lalla coordinatore dell'associazione "Città Attiva" documenta gli allagamenti con numerose foto.

 

Il tono è più o meno simile" in molti profili Facebok e Twitter dei sangiovannesi. Critiche che non sono state assolutamente digerite dai politici della maggioranza di Palazzo San Francesco. Mentre il sindaco Pompilio tace, Antonio Carriera ex assessore all'ambiente della prima giunta Pompilio bolla tutti come "tuttologi" :« San Giovanni Rotondo, il paese dove tutti sanno di tutto! Infatti il nostro è risultato il primo paese al mondo con il più alto tasso di tuttologi, abbondano ingegneri, idraulici, architetti, metereologi, politici/amministratori». Ed è a questo post che commenta anche l'assessore ai lavori pubblici Michele Pennelli: «lascia stare è un paese fatto di persone irrecuperabili». Commento che non piace a molti che reagiscono, sono numerose le critiche all'assessore. Tutti ammoniscono Pennelli e si ritengono offesi.

 

Ed è lo stesso Carriera che deve intervenire per freddare gli animi. «Ragazzi la mia è una semplice battuta non volevo offendere nessuno, tuttavia occorre apprezzare chi amministra questo paese cercando di fare il meglio e si trova di fronte a mille difficoltà. E' giusta la critica e l'esprimere le proprie considerazioni, ma è scorretto strumentalizzare situazioni di emergenza di difficile soluzione che si protraggono ormai da decenni! Lo so spesso è il gioco delle parti, che ci porta a criticare ma non dimentichiamo il passato e sopratutto quello che si è stati». Bagarre sospesa, arrivederci al prossimo acquazzone.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”