Giovedì, 03 Dicembre 2020 11:19

Carcere, virus e povertà: attivato servizio di sostegno nel carcere di Foggia

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)

Donati indumenti e biancheria intima che saranno distribuiti nel penitenziario di Via delle   Casermette   dal   cappellano,   frate   Eduardo   Giglia.   Nelle   prossime   settimane, prevista l’implementazione del Fondo di solidarietà.

L’emergenza sanitaria da Covid-19 si è abbattuta anche sul sistema penitenziario, già in grave sofferenza. I protocolli per la prevenzione del contagio che vengono applicati in maniera rigorosa, hanno portato alla sospensione delle attività trattamentali (opportunità rieducative), con un’unica eccezione rappresentata dalla scuola.

 

I livelli di povertà, che nella comunità esterna raggiungono picchi preoccupanti, stanno riducendo   allo   stremo   una   parte della   popolazione   detenuta   che   non   riceve   sostegno esterno. Alcuni   ristretti   sono   privi   della   possibilità   di   provvedere   ai   propri   bisogni fondamentali, come vestiario ed effetti personali. Per tale motivo, il CSV Foggia e la Fondazione dei Monti Uniti hanno accolto la richiesta di contributo della Direzione della Casa Circondariale di Foggia, attivandosi in sostegno dei ristretti indigenti.

 

“Molte persone detenute – spiegano dal CSV Foggia - sono sprovviste di vestiario e biancheria intima che rappresentano il minimo sostegno perché si possa parlare di dignità della persona. Una situazione di profonda difficoltà che si va ad aggiungere al timore generale per la seconda ondata del virus e alla lontananza dagli affetti familiari. Criticità che rischiano di alimentare situazioni di tensione. Nell’Istituto Penitenziario foggiano è presente un magazzino denominato ‘Dignità della persona’, gestito dal Cappellano e – quando   possibile   -   da  altri   volontari.   Tuttavia,   in   tale   magazzino   è   a   disposizione abbigliamento usato in buone condizioni; resta, invece, concreta la difficoltà di rifornire gli scaffali di biancheria intima che, per ragioni igieniche e non solo, non può essere attinta dall'usato”.

 

Considerata la situazione emergenziale, nei giorni scorsi il CSV e la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia hanno acquistato biancheria intima per uomo e donna (canottiere, magliette, slip, calze), tute e ciabatte in plastica di diverse misure e taglie, per un importo pari a circa mille euro. Vestiario e biancheria, lo scorso 1 dicembre sono stati consegnati da Roberto Lavanna, membro del CdA della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia e da Annalisa Graziano del CSV Foggia al cappellano del penitenziario, frate Eduardo Giglia, che provvederà alla distribuzione (in foto).

 

“Nei   prossimi   giorni, inoltre, come   richiesto dalla Casa  Circondariale   di  Foggia- aggiungono dal   CSV  Foggia saranno   attivate   le   procedure   che   porteranno all’implementazione   del  ‘Fondo   di   Solidarietà’. Un’azione   resa   possibile   grazie   al finanziamento   della   Fondazione   dei   Monti   Uniti   e   che,   da   alcuni   anni,   con   la collaborazione dell’ARCI provinciale Foggia, è destinata a soddisfare i bisogni primari che  condizionano   la   qualità   della   vita   dei   detenuti   in   stato   di   grave   indigenza, quali l’acquisto di farmaci di fascia C, pagamenti di ticket sanitari, telefonate ai familiari, attivazione di pratiche per la richiesta della pensione di invalidità”.

 

pubblicità3

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”