Lunedì, 11 Marzo 2019 09:30

Monte Sant’Angelo: tornano le tradizionali “Fanoje di San Giuseppe” nel centro storico

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)
Le “Fanoje” nel centro di Monte Sant'Angelo Le “Fanoje” nel centro di Monte Sant'Angelo

Una tradizione in onore di San Giuseppe che simboleggiava, nell'immaginario collettivo, il passaggio dalla stagione fredda a quella mite. Attraverso un rito propiziatorio e purificatore si celebrava l'arrivo della primavera.

Lunedì 18 marzo tornano le tradizionali “Fanoje di San Giuseppe” nel centro storico di Monte Sant’Angelo. Musica, artigianato, enogastronomia, artisti di strada:le vie del centro storico della Città dei due Siti UNESCO saranno illuminate dal calore dei falò, una tradizione per celebrare l’arrivo della primavera. In programma: al mattino la preparazione con le scuole, poi il concorso “disegno la tradizione” con gli Istituti scolastici, danza, artisti di strada, musica popolare con il duo Moffa-Pizzarelli e la chiusura con Giuliano Gabriele trio dal Lazio.

 

Una tradizione in onore di San Giuseppe che simboleggiava, nell'immaginario collettivo, il passaggio dalla stagione fredda a quella mite. Attraverso un rito propiziatorio e purificatore si celebrava, appunto, l'arrivo della primavera. Ogni rione approntava la legna per l'accensione di queste imponenti cataste costituite da tronchi d'albero, vecchi oggetti, utensili stantii e stracci logori ammassati uno sull'altro per formare delle vere e proprie pire. 

 

Lo studioso delle tradizioni popolari Giovanni Tancredi, nel suo libro intitolato "Folclore Garganico" riporta, in occasione della vigilia di San Giuseppe, un aneddoto riguardante le "fanoje" che attesta quanto grossi ed alti fossero i fuochi in oggetto (intorno ai quali si beveva e si cantava) e soprattutto con quanta trepidazione i fanciulli attendessero la sera del 18 marzo: “Aijre sere vicina chese ann'appeccete la fanoj e li vampe allongasij arrevevene a li balcune. Po ce sime scalfete e amm cantete. Ij e l'alete uagnune sime sciute pe zeppele da na summene” (“Ieri sera vicino casa mia hanno acceso la fanoja e le fiamme, lontano sieno, arrivavano ai balconi. Poi ci siamo riscaldati e abbiamo cantato. Io e gli altri fanciulli siamo andati per legna da una settimana”).

 

 

IL PROGRAMMA

Alle ore 10:30 in Largo Dauno - Largo Tomba di Rotari - Piazza Mario di Leo, preparazione fanoja (in presenza delle scuole); alle ore 17, nella sala convegni della Biblioteca comunale “Ciro Angelillis”, la mostra concorso “Disegno la tradizione - La fanoja di San Giuseppe”; dalle ore 18, nel centro storico, il percorso itinerante “antichi mestieri” a cura del Comitato studentesco dell’Istituto superiore Giordani; alle ore 18:30, in Largo Dauno e Largo Tomba di Rotari, accensione fanoje, e itineranti le danze etniche “Agorart”; alle ore 19, itinerante, Fire dragon, giocolieri e sputa fuoco; alle ore 19, in Piazza de Galganis, presso il Mo...wine, l’apericena popolare con New project folk; alle ore 20, in Largo Tomba di Rotari, Giuseppe “Spedino” Moffa feat Antonio Pizzarelli in “Canzoni di provincia”, folk dal Molise; alle ore 20, in Piazza Mario di Leo, accensione fanoja e musica popolare; alle ore 21, in Largo Dauno, “danze di passione e malavita” con Giuliano Gabriele trio in concerto, musica popolare dal Lazio.

Il programma de “Le Fanoje di San Giuseppe” 2019 è promosso dall’Assessorato alla cultura e al turismo della Città di Monte Sant’Angelo e dall’Ente Parco Nazionale del Gargano in collaborazione con: Asd Futsal, Studiouno, Acli “Monte dell’Angelo”, Associazione Museca, Comitato studentesco Istituto superiore “Gian Tommaso Giordani”, Centro sociale San Michele Arcangelo, Caritas parrocchiale “Santa Maria del Carmine” e gli Istituti comprensivi “Giovanni XXIII” e “Tancredi - Amicarelli”.

pubblicità2

Appuntamento, quindi, a lunedì 18 marzo 2019, a partire dalle ore 18, nel centro storico di Monte Sant’Angelo, #LaCittàdeidueSitiUNESCO

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”