Lunedì, 05 Febbraio 2018 10:22

Manfredonia:65° Carnevale,la prima Gran Parata fa il pieno di pubblico

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)

Un'elevata attenzione mediatica per il Carnevale di Manfredonia che viene confermata dai numeri della diretta social e web della Gran Parata delle Meraviglie: sul pagina ufficiale di Facebook 190mila persone raggiunte in tutto il mondo, 1800 like, 720 condivisioni  unitamente ai 6000 contatti registrati su Instagram.

 

Migliaia di bambini degli Istituti Comprensivi della città hanno nuovamente stupito e conquistato il pubblico per la creatività, l'originalità e la manifattura dei loro costumi, abiti ed accessori frutto del lavoro certosino di docenti, mamme, nonne, zie e papà negli spazi scolastici in lunghi pomeriggi che, come da tradizione, si sono allungati sino a tarda serata. Anche gli attesissimi ospiti della giornata non hanno deluso le attese: Matt&Bise, gli youtuber dei record più amati d'Italia, fenomeni mediatici del momento, con il loro carisma hanno calamitato le attenzioni di migliaia di ragazzini in delirio provenienti da ogni parte d'Italia (dal Veneto alla Sicilia) per poter vedere da vicino i loro idoli.

 

Un'elevata attenzione mediatica per il Carnevale di Manfredonia che viene confermata dai numeri della diretta social e web della Gran Parata delle Meraviglie: sul pagina ufficiale di Facebook 190mila persone raggiunte in tutto il mondo, 1800 like, 720 condivisioni  unitamente ai 6000 contatti registrati su Instagram. Un vero e proprio spettacolo in mondovisione che, non solo ha permesso a chi è lontano dalla propria terra natia di essere parte integrante dell'evento, ma che, in maniera molto efficace, ha consentito di promuovere e valorizzare la manifestazione e la città.

D'altronde è impossibile restare impassibili al cospetto di così tanta arte ed ingegno tramutatisi in colori, abiti, accessori e coreografie di altissimo livello a cui non hanno resistito neanche gli ospiti Matt&Bise che, attraverso i loro canali affollati da milioni di fan, hanno ripetutamente diffuso foto e video. La Gran Parata delle Meraviglie, la prima della 65^ edizione del Carnevale di Manfredonia, ha ribadito la sua importanza educativa e sociale, un tassello importante della didattica curriculare degli alunni sipontini, nell'ottica della valorizzazione dell'infanzia premiata anche quest'anno dal patrocinio dell' "Unicef".

 

Con impareggiabili costumi ed accessori, curati maniacalmente in ogni minimo dettaglio (rigorosamente fatti a mano) hanno sfilato, in un vorticoso giro del mondo tra gli applausi scroscianti del pubblico, i seguenti Istituti Comprensivi: S.G. Bosco - "Il bosco incantato", Croce Mozzillo - " Le fiabe russe. Tra sogno e realtà", Giordani De Sanctis - "Ze Peppe e i giocolieri", Perotto Orsini - "Ze Peppe nell'anno del Dragone", Ungaretti Madre T.di Calcutta - " I colori di Rio".  In testa alla Sfilata, condotta da Matteo Perillo e Mariangela Mariani, la dieci Principesse del Carnevale (in concorso per il titolo che incorona la più bella ed elegante), le Mini Majorettes della Scuola d' Arti sceniche My Dance di Rita Vaccarella, la Banda Città di Manfredonia, la Banda e le Majorettes dell’Istituto Comprensivo Giordani De Sanctis e la Banda degli Istituti Comprensivi Croce Mozzillo.

 

"Manfredonia ha dimostrato di essere pronta e di meritare gli alti livelli delle migliori kermesse nazionali - ha commentatoSaverio Mazzone, Amministratore Unico dell'Agenzia del Turismo -. Tutti i sacrifici e le difficoltà per organizzare una macchina così complessa, vengono ampiamente compensati da questo spettacolo che non ha prezzo. La sapienza e l'abilità creativa che connotano il nostro Carnevale sono tra gli aspetti che più catalizzano le attenzioni e le ammirazioni esterne, e tutto ciò ci inorgoglisce e ci sprona ad andare avanti per far si che questa sia sempre più una risorsa per Manfredonia non solo dal punto di vista culturale, ma soprattutto economico ed occupazionale". "La nostra città non può permettersi il lusso di perdere questa conclamata potenzialità che è il carnevale, anche quest'anno, nonostante le note difficoltà, è stato organizzato in maniera egregia ed impeccabile dall'Agenzia del Turismo - ha rilanciato il sindaco Angelo Riccardi-. Lo dicono i dati ufficiali ed i risultati, d'altronde, sono sotto gli occhi di tutti: nelle settimane di svolgimento di questa manifestazione, Manfredonia è invasa da migliaia di persone con benefici diretti ed indiretti per l'economia locale. Non possiamo e non dobbiamo bloccare le enormi potenzialità del Carnevale, tra le leve di sviluppo più importanti che abbiamo a disposizione". 

 

Ed il centro storico della città ha visto un consistente e continuo flusso di gente anche nel post Parata, con "La città dei Balocchi" con"Party con Ghè Ghè", "That's All Folk - danze e musiche popolari del Gargano" con"I Frizzicaroli" e la street bandAssurd Batukada, attività di animazione ed intrattenimento svoltesi dal primo pomeriggio sino a sera.

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

 

Giuseppe Limosani Il Maestro Partigiano