Venerdì, 29 Aprile 2016 18:50

IL SIGNIFICATO DEL TOCCARE NEL RILASSAMENTO ANALITICO

Scritto da  Basilio Fiorentino
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nella nostra cultura occidentale, Rinascimento compreso, conoscere vuol dire “spezzare la scorza per raggiungere il nucleo” (R. Di Donato), ma a ben guardare la neurofisiologia ci dice qualcosa di diverso. La corteccia cerebrale che corrisponde alla scorza, si trova all’esterno e riveste la sostanza bianca.

Quindi il centro si trova in periferia. Lo stesso dicasi per la pelle che, per sua struttura e per le sue funzioni, si trova in periferia. Tuttavia, essa è il centro del nostro corpo rispetto alle ossa, ai muscoli, ai vasi sanguigni, che derivano dall’ectoderma. Del resto la parola “invaginazione” significa ripiegamento della pelle. La vagina altro non è che pelle ripiegata come lo sono le labbra, le palpebre, il naso, l’ano.

È fondamentale comprendere che la pelle è l’organo di senso per eccellenza. Si può vivere non vedenti, sordi, senza gusto o senza olfatto, ma non si può vivere senza buona parte della pelle. Nella pelle esistono tanti organi di senso (tatto, calore, freddo, dolore, pressione) e la pelle è in stretta connessione con gli organi di senso. La pelle riveste anche una funzione protettiva, per esempio da eventi meccanici, da radiazioni e il fatto che sia in continuo legame con gli altri organi di senso (udito, tatto, vista, gusto, olfatto) le permette di regolare la temperatura e il metabolismo.

 

La pelle respira e perspira, secerne odori, sudore, sebo (attraverso ghiandole specifiche), ha un odore che identifica una persona, mantiene il tono, attraverso nervi sensori, nervi motori (mimica) e nervi vasomotori. La pelle è importante anche perché stimola la respirazione, la circolazione, la digestione, l’escrezione e la riproduzione. Si dice, infatti, che l’amare è questione di pelle. Se poi pensiamo a quanti sono i professionisti che si occupano della pelle (parrucchieri, fisioterapisti,dermatologi, allergologi, massaggiatori, profumieri, prostitute,asceti, eremiti, polizia giudiziaria, ecc), vediamo ancora una volta quanto essa sia importante nella nostra vita e come entri a farne parte integrante.

Dott. Basilio Fiorentino Psicologo Psicoterapeuta ad orientamento analitico

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

 

Giuseppe Limosani Il Maestro Partigiano