Ricostruiamo il Trabucco di Rodi, "Il Trabucco siamo noi"

Scritto da Mercoledì, 29 Giugno 2016 15:30

Inizia male l’estate per il Gargano, l’incendio al trabucco di Rodi Garganico è un brutto gesto è una ferita, l’ennesima, che viene inflitta al territorio. La prassi di incendiare per lanciare un messaggio è una forma di comunicazione che non viene abbandonata neanche nell’epoca dei social media. Il tempo si è fermato, incancrenito in vecchie prassi arcaiche, violente. Il Gargano è anche questo, per fortuna non solo questo. Nella prima reazione del sindaco di Rodi, Nicola Pinto, si parla di un danno che difficilmente le casse del comune potranno riparare. Ma i simboli sono simboli e in questo caso diventa simbolo della peggiore follia dell’uomo.

 

Il Gargano ha dimostrato di avere due facce, di riuscire ad indignarsi e dall’indignazione risalire e dare lezione di civiltà. Regione, Provincia, Parco, politici, associazioni, cittadini, tutti, insieme, dobbiamo fare uno sforzo unisono per ricostruire il trabucco, lì: come era e dove era. Non può emergere solo l’inciviltà, quella parte di popolo poco evoluto, che manda in fumo tentativi di rilancio del territorio. È necessaria una indignazione collettiva, una risposta matura e colta ad un gesto basso e ignorante.

 

Il trabucco non deve restare a memoria della nostra inciviltà, deve tornare ad essere l’orgoglio identitario, la vittoria del lavoro onesto dell’uomo che sfida la natura, la sconfitta del “lato oscuro” del nostro paese.

Vi segnalo l’iniziativa del portale di informazione Rodi Garganico on line blog “Il Trabucco siamo noi”, per la costituzione di un comitato per la ricostruzione. Per comunicare l’adesione basta inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

La redazione del Fatto del Gargano aderisce all’iniziativa.

Vota questo articolo
(0 Voti)
Gennaro Tedesco

Giornalista

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”

pubblicita elezioni

 

Giuseppe Limosani Il Maestro Partigiano