Mercoledì, 28 Ottobre 2020 16:08

L’intervista al sindaco Michele Crisetti, dalla gestione del Covid alle diatribe nella maggioranza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Michele Crisetti, sindaco di San Giovanni Rotondo Michele Crisetti, sindaco di San Giovanni Rotondo

Dalla gestione dell’emergenza Covid ai lavori della fogna bianca, dalla richiesta di azzeramento della giunta alla questione parcheggiatori. A colloquio con il primo cittadino: maggioranza in difficoltà? «Non vedo difficoltà, ci sono visioni diverse, questo è normale in una maggioranza composta da vari partiti».

Sono i giorni più duri della seconda ondata del Covid-19, «una situazione inaspettata con questa portata», ci confessa il primo cittadino Michele Crisetti. Ed è proprio dall’emergenza sanitaria che sta preoccupando tutti che parte la nostra intervista.
Situazione contagiati Covid-19,in pochi giorni sono tornati numeri importanti, si potevano fare più controlli?
«
I controlli ci sono stati e continuiamo a farli, proprio qualche giorno fa, dopo una puntuale relazione dei carabinieri, ho dovuto chiudere due locali pubblici che non rispettavano le regole anti Covid. Abbiamo cercato di lavorare sull’informazione, abbiamo fatto numerosi appelli ai cittadini e poi sulla repressione. Siamo stati i primi a creare un servizio di controllo per il mercato cittadino del venerdì».
Cosa sente di dire in questo momento ai cittadini?
«Di continuare a rispettare le regole e di avere massima attenzione. In un recente incontro con l’assessore regionale, prof. Pierluigi Lopalco, è emerso che per ogni persona certamente positiva dobbiamo tenere presente che ci sono dai quattro ai dieci che ci sfuggono, il momento è molto delicato».
E cosa sente di dire ai commercianti, che ancora una volta sono costretti a restrizioni e si lamentano per le scelte del governo?
«Che ci rendiamo conto delle difficoltà economiche. Con diverse ordinanze, l’ultima la decisione di tenere aperto il cimitero nei prossimi giorni, abbiamo cercato di non aggravare la situazione, cercando di coniugare sicurezza e economia. In questi giorni al cimitero avremo controlli della Protezione civile e dei Vigili urbani in modo che non ci siano assembramenti e gli ingressi siano contingentati. Per i bar abbiamo cercato di evitare che ci fosse consumo di alcolici fuori dai locali vietando la vendita per il consumo in piazza in modo da favorire il consumo al tavolo del bar».
In piena situazione Covid ha anche dovuto gestire una richiesta di azzeramento della giunta da parte di un consigliere comunale di maggioranza, ma la richiesta è arrivata o no?
«Durante la riunione dei gruppi che compongono la maggioranza, come è stato confermato anche dal consigliere Gaetano Cusenza in un vostro articolo (Fatto del Gargano,16 ottobre 2020, ndr) si è arrivati a discutere dell’operato dell’amministrazione comunale. È compito del sindaco armonizzare tutti i vari punti di vista e procedere per obiettivi…»
Non si aspettava che ci fosse una richiesta di azzeramento…
«No. Devo dire che mi ha colto di sorpresa».
Ancora una volta le difficoltà per amministrare la città vengono da chi è dentro la maggioranza?
«In questo momento non vedo difficoltà, ci sono visioni diverse, questo è normale in una maggioranza composta da vari partiti. Come dicevo prima è compito del primo cittadino cercare di procedere per obiettivi e rasserenare gli animi. Stiamo realizzando tante opere, mi pare che questo abbia la priorità… »
Le opere, quelle famose che dovrebbero rendere la città “normale”? A che punto siamo? Ci dia anche dei tempi, a partire dalla fogna bianca…
«Credo che i lavori della fogna bianca termineranno entro la prossima estate, aggiungo che siamo riusciti ad ottenere un nuovo finanziamento, sempre per la fogna bianca, di un milione e duecento mila euro. Per l’illuminazione pubblica entro novembre ci siamo. Poi abbiamo chiuso tutta la parte burocratica per il progetto di riqualificazione urbana riferito al centro storico e siamo pronti per la gara di assegnazione dei lavori, in modo particolare ci sarà il rifacimento di tutta Corso Regina Margherita e altro».
Altra questione “spinosa” è il licenziamento dei dodici parcheggiatori, ci sono novità? Mi pare che il bando della gestione dei parcheggi sia in scadenza.
«Nella giornata di ieri era in programma una riunione con il Prefetto di Foggia, che poi ho dovuto rinviare, in merito ai dodici parcheggiatori che sono stati licenziati. Come detto il bando per la gestione dei parcheggi è in scadenza, dobbiamo capire esattamente il “valore”, reale, che ha la gestione dei parcheggi per permettere di fare, nel migliore dei modi, il bando. Per essere chiaro e sintetico credo che parliamo di una questione molto delicata che dobbiamo gestire con molta accuratezza e cercando di risolverla definitivamente. Dobbiamo risolvere prima di tutto la gestione dei servizi in modo ottimale. Solo così si capirà realmente il numero dei lavoratori utili».
Post Covid, turismo, che significa una parte importante dell’economia di questa città, non crede che servirebbe una visione per il rilancio e finalmente una strategia?
«Prima del lockdown abbiamo aderito al progetto My Gargano” il progetto di marketing territoriale che ha messo in rete, per la prima volta, 13 comuni garganici, poi avevamo intenzione di costruire una serie di eventi estivi, un cartellone, da comunicare entro aprile, poi ovviamente le cose sono cambiate. Stiamo valutando anche di far fare uno studio per un brand tutto nostro, sono consapevole che non basta ma è un inizio».

 

pubblicità3

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”