Mercoledì, 03 Giugno 2020 08:24

San Giovanni R., “fuori onda” del Presidente del Consiglio, Ricciardi: «Video artefatto»

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)
il presidente Salvatore Ricciardi e la consigliera Nunzia Canistro il presidente Salvatore Ricciardi e la consigliera Nunzia Canistro

Nei giorni scorsi la consigliera comunale Nunzia Canistro ha postato sui social un video in cui si sente la voce del presidente del Consiglio comunale, Canistro parla di “odio”, Ricciardi motiva le sue parole e annuncia cha agirà per vie legali,"tali comportamenti ledono la mia onorabilità" .

Un “fuori onda”, ai tempi dei consigli comunali virtuali, finisce al centro di una polemica tra la consigliera di opposizione, Nunzia Canistro, e il Presidente del consiglio Comunale, Salvatore Ricciardi. Nel video, pubblicato dalla consigliera sui social e ripreso anche da qualche portale di informazione, si sente il presidente Ricciardi che cita la consigliera e il segretario comunale. In tutti e due i casi si rivolge al suo interlocutore preparandosi ad eventuali risposte della consigliera comunale e del segretario comunale. Il video è facilmente reperibile sui social. “Chi usa le minacce per ottenere approvazione e consenso dimostra solo la sua piccolezza umana e l’inadeguatezza al ruolo pubblico”, la reazione di Canistro sui social.

 

A stretto giro arriva la risposta di Ricciardi. «In merito al video e alle dichiarazioni postate sui social dalla consigliera Canistro- scrive il presidente Ricciardi- voglio spiegare come sono state strumentalmente e ancor più intenzionalmente estrapolate frasi fuori onda e fuori contesto in quanto riferibili ad una fase preliminare, non ufficiale, della seduta del Consiglio comunale. La consigliera, come chiaramente si evince dalla registrazione, salta da un minuto ad un altro per rendere volontariamente artefatto il contenuto delle mie affermazioni le quali, se si ascolta integralmente e correttamente la registrazione ufficiale, oltre a non essere rivolte a lei, hanno tutt'altro contenuto. Infatti mai avrei adoperato frasi irrispettose nei suoi confronti come lei, scorrettamente, tenta di far credere poiché, come è facile ascoltare nella registrazione, né il tono né il contenuto sono di questa natura. Le mie affermazioni fanno riferimento ad una interpellanza presentata in ritardo dalla consigliera che, come spesso le succede non si attiene al rispetto del nostro Regolamento Comunale in cui è previsto che le interpellanze devono essere presentate entro il giorno 5 di ogni mese. Le mie affermazioni, quindi, si riferiscono alla salvaguardia dei principi e delle regole sul funzionamento del consiglio comunale, regole sempre rispettate dagli altri consiglieri di opposizione, che presentano le interpellanze nei termini previsti, tranne che da lei, la quale evidentemente si ritiene al di sopra di tutto e di tutti-afferma Ricciardi. Nello specifico, non avrei mai permesso di poter discutere la sua interpellanza, che tra l'altro non aveva nessun carattere di urgenza per la palese mancanza dei presupposti, nemmeno se l'avesse autorizzato il segretario comunale a cui la mia affermazione era rivolta. Solo per dovere di cronaca nonostante la consigliera avesse attribuito il carattere di urgenza alla sua interpellanza non si è nemmeno presentata in consiglio. Come di consueto, ormai, la consigliera Canistro cerca di creare, su basi inesistenti, un clima carico di offese, calunnie e bugie. Evidentemente non riesce a distinguere il piano politico-istituzionale da quello del livore personale. Pertanto, per difendere la mia dignità di uomo e di Presidente del Consiglio comunale, alla luce di questa sua ennesima, gravissima e falsa accusa, mi vedo costretto ad agire per le vie legali poiché tali comportamenti ledono la mia onorabilità anche riguardo ai profili della privacy e sono tenuti al solo ed esclusivo scopo di screditare la mia figura di uomo e affermato professionista». Conclude Ricciardi.

 

pubblicità3

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”