Martedì, 09 Luglio 2019 11:52

Tutela del mare, Interpellanza per i “retini della mitilicoltura” di Marialuisa Faro (M5s)

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(0 Voti)
On. Marialuisa Faro On. Marialuisa Faro

L’On. Marialuisa Faro, del Movimento 5 stelle, ha presentato, nei giorni scorsi, una interrogazione parlamentare al Ministro dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, in merito ai rifiuti generati dalla mitilicoltura in mare aperto, praticata soprattutto nel Gargano. Sono presenti diversi impianti nei pressi di Mattinata, Manfredonia, Capojale e Torre Mileto.

 “Le tecniche di allevamento si sono evolute nel tempo con il superamento degli impianti classici a favore della coltura basata sull'utilizzo delle Reste, dette più comunemente Calze all’interno delle quali crescono fino a 50 kg. di molluschi. Queste sono costituite da retini tubolari in polipropilene della lunghezza di qualche metro.

 

Durante le fasi della lavorazione, quella più critica per l'ambiente è la fase del reincalzo che consiste nella progressiva sostituzione dei retini con altri retini dalle maglie più larghe ed è in questo momento che persone senza scrupoli gettano in mare quintali di retini che, giorno dopo giorno, mettono in serio pericolo la sopravvivenza della fauna e della flora marinapubblicitàESPOSITORE IN LEGNO LOOPe finiscono per arenarsi sulle spiagge del nord del Gargano e specialmente in prossimità dello specchio di mare di Torre Mileto, dichiarato recentemente Sito di Interesse Comunitario ed inserito nella lista degli habitat marini da tutelare”. Si legge nell’interpellanza al Ministro.

 

“Quali sono le azioni che il Ministro interpellato intende intraprendere contro l'abbandono fraudolento in mare dei residui della pesca e se il Ministro interpellato non ritenga opportuno adottare adeguate misure, al fine di eliminare quelle pratiche illegali messe in essere dai mitilicultori spregiudicati?”. Chiede al Ministro l’On. Faro.

 

«Credo sia necessario intervenire urgentemente per la tutela del nostro patrimonio marino e investire nelle buone pratiche e il rispetto del mare con l’obiettivo di individuare un equilibrio che consenta di tutelare l’ambiente, non colpire economicamente chi fa mitilicoltura, ma tutelare i pescatori- dichiara l’On. Marialuisa Faro. Dalla situazione attuale discendono notevoli conseguenze per l'economia del territorio, infatti gravi danni sono arrecati alla meccanica delle barche e dei pescherecci, variazioni negative allo stock ittico in termini di quantità e qualità del pescato e soprattutto un aggravio di costi per gli enti locali che si vedono costretti a prendere in carico lo smaltimento dei rifiuti speciali, che una volta arenati sui litorali diventano rifiuti urbani e pertanto di competenza dei comuni. Esiste una vera e propria emergenza plastica in mare, tra le radici profonde dell’inquinamento da plastica ci sono ritardi e lacune nella gestione dei rifiuti. L’inquinamento da plastica è socialmente,economicamente e politicamente inaccettabile».

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”