Lunedì, 06 Maggio 2019 09:24

San Giovanni R.:elezioni amministrative, l’aumento della TARI accende la campagna elettorale

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(1 Vota)
Palazzo San Francesco e i quattro candidati a sindaco Palazzo San Francesco e i quattro candidati a sindaco

Si appresta ad entrare nel vivo la campagna elettorale, nella sfida tra i quattro candidati si discute dell’aumento delle tasse dei rifiuti (TARI), “incapacità amministrativa”, l’accusa di centro sinistra, MoVimento 5 stelle e Rifondazione, “aumenti legati alla chiusura del centro raccolta di Lucera”, sostiene il centro destra.

L’aumento della tassa dei rifiuti, la TARI, accende la campagna elettorale,il Commissario straordinario ha deciso per l’aumento del 13,5% della tassa per lo smaltimento dei rifiuti. Una percentuale altissima se si pensa al fatto che i cittadini sono impegnati da anni nella raccolta differenziata con buoni risultati (con punte che superano il 60%), una contraddizione che ovviamente non sfugge ai cittadini sangiovannesi e diventa tema da campagna elettorale.

 

Attacca il candidato del Pd Michele Crisetti:“questo aumento è dovuto esclusivamente dall’inefficienza di chi ci ha amministrato recentemente non avendo rinnovato il contratto di appalto, che è stato prorogato per ben due volte, contrariamente a quello che normalmente dovrebbe fare una buona amministrazione”. Il riferimento è al fatto che nel capitolato, o contratto, ci possono essere gli elementi che possono portare risparmio economico alla cittadinanza. Tesi condivisa anche dal candidato di Rifondazione Roberto Cappucci, che rilancia: “non solo aumento della TARI, ma anche aumento IMU, sulle seconde case, e l’addizionale comunale all’Irpef, da 0,2 a 0,3, prevedendo un maggiore introito del comune di 850 mila euro di IMU e 275 di addizionale comunale. Praticamente ci hanno lasciato le casse in una situazione di predissesto finanziario, per cui la scelta del Commissario di aumentare le imposte era obbligata”.

 

Per Nunzia Palladino, candidata del MoVimento 5 stelle, si tratta “senza dubbio di incapacità politica” e rilancia con una proposta. “Noi abbiamo le idee chiare per far risparmiare i cittadini, e premiare chi si impegna per la raccolta differenziata. Spetterà al nuovo Consiglio comunale dare le direttive all’Ufficio Tributi per cambiare il modello di calcolo della TARI attraverso il Regolamento TARI con definizione puntuale della parte variabile. La nostra proposta- dichiara Palladino- è attuare la raccolta differenziata con tariffazione puntuale, questo favorisce il risparmio e premia chi effettivamente fa la raccolta differenziata. Gli addetti alla raccolta vengono dotati di un braccialetto elettronico che rileverà l’etichetta elettronica applicata sul contenitore (preventivamente associato all’utente) al momento del ritiro dei rifiuti”.

 

Per il centro destra, che ha governato per due anni, le cose stanno diversamente. Il candidato Giuseppe Mangiacotti sostiene che "si tratta di aumenti legati all’effetto della chiusura dell’impianto di conferimento di Lucera che ha costretto il Comune ad un aumento per lo smaltimento dell’umido da 125 euro a tonnellata a 185 euro. Dopo Lucera i rifiuti sono stati smaltiti a Cerignola e ultimamente a Ginosa, in provincia di Taranto, l’aumento è legato al costo di trasporto”.

 

PUBBLICITA'

pubblicità2

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”