Mercoledì, 09 Gennaio 2019 10:28

Sicurezza stradale, San Giovanni Rotondo corre ma solo su “strada”. Gruppo Misto: “Città senza dissuasori e quelli che c’erano non si trovano più”

Scritto da  Redazione
Vota questo articolo
(3 Voti)
L'incidente del 10 novembre nell'incrocio killer di via Fanin via De Gasperi L'incidente del 10 novembre nell'incrocio killer di via Fanin via De Gasperi

Cinque consiglieri comunali interrogano la giunta di centrodestra per avere delucidazioni in merito alla installazione ed il recupero dei dissuasori di velocità all’interno del centro abitato.

Tutto nasce con l’incredibile incidente avvenuto il 10 novembre in pieno entro cittadino che ha visto coinvolte due utilitarie e, fortunatamente, senza danni gravi.

 

In quella occasione il Gruppo Misto (composto dai consiglieri: Antonio Pio Cappucci, Daniela Di Cosmo, Leonardo Maruzzi, Michele Pennelli e Salvatore Ricciardi) avevano promesso: “ci faremo promotori presso gli uffici comunali preposti di ogni iniziativa diretta ad evitare che episodi del genere continuino a verificarsi in una zona che è interessata da un intenso traffico veicolare e che peraltro si trova nei pressi di alcune scuole della nostra città, a tutela dell’incolumità delle famiglie e dei bambini”. Impegno che trova concretezza nella presentazione di interrogazione ufficiale al governo cittadino (LEGA, FORZA ITALIA, UDC, Città Attiva e Pdc). “Con il comunicato del 10Banner novembre scorso, a seguito dell’ennesimo grave incidente tra veicoli nell’incrocio tra Via De Gasperi e Via Fanin, esprimevano la nostra motivata preoccupazione e al contempo la necessità di renderci promotori di ogni iniziativa diretta ad evitare che episodi del genere continuino a verificarsi in una zona che è interessata da un intenso traffico veicolare e che peraltro si trova nei pressi di alcune scuole della nostra città, a tutela dell’incolumità delle famiglie e dei bambini che quotidianamente attraverso detta intersezione”, scrivono i cinque consiglieri nell’interrogazione dove evidenziano anche “che per altre arterie interessate da traffico veicolare ad elevata velocità come Via Giuva, Corso Roma, Via Lauriola, Via Angelillis, Via Vocino, Via Tamburano risultano pervenute al protocollo del nostro Comune, da diversi mesi, richieste dirette ad installare dissuasori o comunque individuare soluzioni concrete (dossi artificiali, controllo elettronico della velocità, telecamere) per impedire che possano ripetersi incidenti che rischiano di mettere in serio pericolo l’incolumità delle famiglie che abitano nelle zone segnalate. Inoltre – continua l’interrogazione - il Comandante della Polizia Locale ha inviato apposita nota al sindaco e agli altri uffici interessati, con cui chiedeva di assumere decisioni o comunque indirizzi in ordine al reperimento e utilizzo di risorse finanziare necessarie per l’acquisto di dissuasori per alcune delle arterie sopra menzionate. Crediamo – è la chiosa dei consiglieri – che il sindaco o l'assessore delegato (Aurelio Pasqua, espressione del partito di Matteo Salvni) diano delucidazioni in merito. Vorremo capire concretamente quali azioni intendono mettere in campo per dare riscontro alle note a firma di tanti cittadini che chiedono di potere raggiungere le abitazioni, senza che il transito di veicoli a velocità sostenuta ed incontrollata possa mettere a repentaglio la propria incolumità fisica, considerato peraltro che per alcune arterie come Corso Roma e Via Lauriola i dissuasori precedentemente posizionati sono stati rimossi in occasioni della venuta di Papa Francesco e non sono stati più messi al loro posto, né si è a conoscenza se gli stessi sono ancora nella disponibilità del nostro Comune”.

 

Lo stesso gruppo di consiglieri inoltre ha chiesto lumi sui “dissuasori elettronici di Piazza de Mattias” e “a quanto ammonta e come viene ripartita la tassa soggiorno”.

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookies

1. Che cosa è un cookie?

2. Come è possibile disattivare i cookies?

Informazioni sui cookies

Che cosa è un cookie?

Che cosa è un cookie? Un cookie è un piccolo file di testo che viene memorizzato dal computer nel momento in cui un sito web viene visitato da un utente. Il testo memorizza informazioni che il sito è in grado di leggere nel momento in cui viene consultato in un secondo momento. Alcuni di questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito, altri sono invece utili al visitatore perché in grado di memorizzare in modo sicuro ad esempio il nome utente o le impostazioni di lingua. Il vantaggio di avere dei cookies installati nel proprio pc è quello di non aver più bisogno di compilare le stesse informazioni ogni qualvolta si voglia accedere ad un sito visitato in precedenza.

Perché ilfattodelgargano.it utilizza i cookies?

Il sito web ilfattodelgargano.it (di seguito portale) utilizza i cookies al fine di fornire ai propri visitatori un’esperienza di navigazione modellata il più possibile intorno alle proprie preferenze. Tramite i cookies la Fondazione fa in modo che ad ogni visita sul sito non si debbano ricevere o inserire le stesse informazioni. I cookies vengono utilizzati anche al fine di ottimizzare le prestazioni del sito web: essi infatti rendono più facile la ricerca veloce di elementi e prodotti specifici all'interno del sito. Al fine di proteggere i propri dati personali da possibili perdite e da qualsiasi forma di trattamento illecito la Fondazione ha preso opportune misure tecniche ed organizzative.

Come posso disattivare i cookies ?

È possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito.

Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer
  2. Clicca sul pulsante “Strumenti” e quindi su “Opzioni Internet”
  3. Seleziona la scheda “Privacy” e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l’alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti)
  4. Quindi clicca su OK

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome
  2. Clicca sull'icona “Strumenti”
  3. Seleziona “Impostazioni” e successivamente “Impostazioni avanzate”
  4. Seleziona “Impostazioni dei contenuti” sotto la voce “Privacy”
  5. Nella scheda “Cookies” è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:

  1. Apri Safari
  2. Scegli “Preferenze” nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello “Sicurezza” nella finestra di dialogo che segue
  3. Nella sezione “Accetta cookie” è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo)
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su “Mostra cookie”